È morta Ombretta Fumagalli Carulli, figura di spicco della Seconda Repubblica

martedì 16 Marzo 16:56 - di Redazione
Ombretta Fumagalli carulli

E’ deceduta a Milano Ombretta Fumagalli Carulli, giurista cattolica impegnata in politica prima con la Dc e poi con il Centro cristiano democratico. Aveva 77 anni e si è spenta dopo una lunga malattia. Venne eletta la prima volta alla Camera con lo Scudocrociato nella X legislatura. Divenne una figura di rilievo nazionale quando, impegnata con il neonato Ccd di Pier Ferdinando Casini, fu fra le donne di spicco della seconda Repubblica.

Fu nel primo governo Berlusconi

Colta, elegante, misurata, Ombretta  Fumagalli Carulli entrò nel governo Ciampi come sottosegretaria alle Poste. Successivamente prese parte nel 1994 dell’iniziativa centrista di Casini. In quell’occasione rientrò in Parlamento nelle elezioni che portarono al primo esecutivo a guida Berlusconi, nel 1994, nel quale fu sottosegretario alla Protezione civile.

La carriera politica

Successivamente, pur eletta al Senato con il centrodestra, seguì Lamberto Dini in Rinnovamento italiano e tornò come sottosegretaria all’Interno nel governo D’Alema. Successivamente approdò alla Sanità nel successivo governo Amato. Al termine della carriera politico-parlamentare e di governo, tornò a insegnare Diritto ecclesiastico e Diritto canonico alla Cattolica di Milano. Naturalmente Casini è stato il primo ad intervenire: “Sono molto dispiaciuto per la scomparsa di Ombretta Fumagalli Carulli con cui ho condiviso un lungo cammino nella politica”. Giurista di grande qualità, espressione profonda del cattolicesimo liberale, svolse tutti i suoi incarichi con competenza e senso dello Stato. Nel 2003 fu nominata da Giovanni Paolo II Accademico Pontificio presso la Pontificia accademia delle scienze sociali.Ai familiari è giunto il cordoglio di tutto il mondo politico.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica