Arrestato il fondatore di Cepu, Francesco Polidori: è accusato di bancarotta fraudolenta

lunedì 8 Marzo 11:42 - di Agnese Russo
fondatore cepu arrestato

Il fondatore di Cepu, Francesco Polidori è stato arrestato e posto ai domiciliari. L’imprenditore 73enne è accusato a vario titolo, insieme ad altri sei soggetti, di bancarotta fraudolenta, autoriciclaggio e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. La Guardia di finanza, che ha condotto l’operazione “Tutoring”, ha inoltre effettuato un sequestro preventivo da 28 milioni. Fra i beni sequestrati rientra anche la sede di Cepu.

Il fondatore di Cepu arrestato per bancarotta

Le indagini riguardano i fallimenti di due società, considerate vere e proprie “bare fiscali”, portate al fallimento con un passivo di oltre 180 milioni. Secondo gli investigatori, l’imprenditore avrebbe messo in piedi un meccanismo di scatole cinesi per distrarre asset dalle società ed eludere il versamento di ingenti imposte.

Un meccanismo di “scatole cinesi” per distrarre i fondi

In particolare, dalle indagini sarebbe emersa la creazione di una società fiduciaria in Lussemburgo, intestata a terzi ma, di fatto, riconducibile agli indagati. Tramite questa società gli indagati avrebbero dissimulato la reale proprietà dei beni immobili e marchi, sottratti alle imprese fallite e fatti confluire in un’ulteriore società creata ad hoc, oggi sottoposta a sequestro. E ancora le indagini riguardano la distrazione di ingenti risorse finanziarie destinate a società controllate e collegate attraverso l’appostazione di partecipazioni (poi svalutate) e la concessione di plurimi finanziamenti e prestiti allo stesso dominus, a suoi familiari e a persone a lui vicine, nella realtà mai restituiti.

Un sequestro da 28 milioni di euro

Oltre ai domiciliari per Polidori, le Fiamme Gialle hanno eseguito una misura interdittiva del divieto temporaneo di esercitare attività di impresa per un anno nei confronti di un suo collaboratore.  L’uomo sarebbe depositario delle scritture contabili nonché incaricato della gestione di alcune aziende del gruppo. I finanzieri, inoltre, hanno sequestrato quote societarie, disponibilità finanziarie e immobili, tra cui lo stabile sede del Cepu, per un valore di circa 28 milioni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica