Anziana disabile licenzia il badante: lui si vendica dando fuoco alla casa. Arrestato per tentato omicidio

mercoledì 10 Marzo 17:19 - di Carlo Marini
badante fuoco

I Carabinieri di Civitavecchia hanno arrestato un uomo di 33 anni, di origini brasiliane, con le accuse di tentato omicidio e danneggiamento aggravato. L’uomo, che lavorava come badante, ha infatti dato fuoco a un appartamento a Ladispoli. I fatti si sono svolti in uno stabile di via Palermo, dove  i militari sono dovuti intervenir per la segnalazione di un uomo che stava lanciando degli oggetti dal balcone di un’abitazione. L’uomo ha anche danneggiato le auto parcheggiate lungo la strada.

Il badante brasiliano ha dato fuoco alla casa con madre e figlia dentro

I militari sono riusciti a bloccare il giovane badante sudamericano all’uscita del palazzo, mentre stava tentando di fuggire, dopo aver anche appiccato il fuoco nel bagno dell’abitazione di una donna, gravemente malata e non deambulante, presso la quale lo stesso aveva prestato servizio per pochi giorni come badante.

Vista la gravità della situazione, i carabinieri sono immediatamente entrati nell’appartamento mettendo in salvo l’anziana donna e la figlia 62enne, poi hanno provveduto a spegnere le fiamme in attesa dell’arrivo dei Vigili del Fuoco, evitando che le fiamme si propagassero al resto dell’immobile.

Grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri le due donne, oltre al grande spavento, non hanno riportato danni. Anche lo stabile non sembra avere ricevuto danni strutturali. Il badante brasiliano, invece, è stato portato nel carcere di Rebibbia, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

A Battipaglia una badante è morta nell’incendio per salvare i suoi anziani

Appena due giorni prima una badante è stata invece un’eroica e drammatica protagonista a Battipaglia. Natalia Dimitrova Beliova, una donna bulgara di 57, anni è infatti morta a seguito di un incendio divampato lunedì mattina (in copertina la foto ANSA) in un’abitazione di via Padova a Battipaglia (Salerno). La vittima lavorava come badante alle dipendenze di due coniugi di 88 e 86 anni.

La tragica morte di Natalia

Gli investigatori, secondo una prima ricostruzione, ipotizzano che la badante si sia spesa per mettere in salvo dal fuoco i due anziani ma poi è rientrata in casa per provare a recuperare qualcosa, non riuscendo più ad uscire a causa delle fiamme e dei fumi e perdendo la vita. I due coniugi sono invece salvi grazie all’eroico sacrificio di Natalia.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica