«Rieccolo»: al Fatto Quotidiano travaso di bile per il ritorno di Berlusconi (video)

mercoledì 10 Febbraio 13:36 - di Luciana Delli Colli
berlusconi ritorno

È tornato, s’è preso la scena e ha fatto venire un travaso di bile a più d’uno. Silvio Berlusconi con la sua giornata romana, così fortemente voluta e cercata nelle pieghe dei dubbi dei medici, ha sortito tutti gli effetti che ci si poteva aspettare. Tanto più che il ritorno ha giocato sulla sorpresa: fino all’ultimo, infatti, non si sapeva se l’avrebbero spuntata lui o i dottori. Alla fine ha vinto lui. Su tutta la linea.

Berlusconi si prende la scena

Il video che lo ritrae salutarsi con confidenza, quasi intimità, con un Mario Draghi che ricambia con ampi sorrisi e lo ringrazia «di essere venuto», è stato un capolavoro di comunicazione politica. Pochi secondi che sono valsi a cancellare paginate di dichiarazioni di laudatores, sgomitoni ed equlibristi che in questi giorni si sono profusi in tripli salti mortali. Soprattutto, pochi secondi sono bastati a gettare nel panico quanti in questi giorni erano già alle prese con i maldipancia per l’alleanza spuria che si è andata formando intorno al premier incaricato.

Nel M5S panico su panico

«Ci dovremmo mettere al tavolo del governo con Berlusconi. Dare questo segnale sarebbe devastante», ha sostenuto la senatrice M5S Barbara Lezzi, motivando il suo no a Draghi nel corso di una videocall di grillini. Un concetto già più volte espresso dal leader dell’ala dura del movimento Alessandro Di Battista, che ieri sera ha annunciato che su Rousseau «voterò no» (ammesso, è ovvio, che poi questo voto si svolga davvero, ndr).

Il ritorno di Berlusconi provoca travasi di bile

A dare la misura esatta, però, del travaso di bile provocato in certi ambienti dal ritorno di Berlusconi è il Fatto Quotidiano, che all’evento ha dedicato l’apertura del giornale di oggi. «Rieccolo», si legge a caratteri cubitali in prima pagina, dove si parla anche di «alleato pregiudicato». L’articolo che ne segue, firmato da Gianni Barbacetto, è tutto teso a dimostrare che Berlusconi, come si legge in prima, «sfugge ai processi, ma va da Draghi». Il Fatto imputa al Cav che il 14 gennaio, quando la Procura di Roma lo aveva convocato per sentirlo semplicemente come persona informata sui fatti, non si era presentato perché era stato «ricoverato nel Principato di Monaco per aritmia cardiaca».

«Assente (giustificato) a Palazzo di giustizia il 14 gennaio, ieri Silvio è presente a Palazzo Chigi», si legge nell’articolo, nel quale si ricorda anche il ricovero per Covid. «Pandemia e aritmia hanno costretto Silvio a stare lontano dalla scena pubblica. Ma SuperMario ha fatto il miracolo (l’ennesimo)», chiosa Barbacetto, dando voce a quanti non riescono a capacitarsi del fatto che la tenacia dell’85enne Berlusconi sia più forte dei suoi malanni.

Il ritorno di Berlusconi: il video del saluto con Draghi

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )