Povera Maria Rosaria Rossi, dalle luci della ribalta al buio: sedotta e abbandonata da Conte

martedì 9 Febbraio 17:39 - di Stefania Campitelli

Che fine ha fatto? Sedotta e abbandonata da Giuseppe Conte Maria Rosaria Rossi è nei guai. La senatrice di Forza Italia, la più vicina al  Cavaliere tra le donne dell’entourage azzurro, sempre immortalata alla destra del capo, è senza casa. Certo, conserva lo scranno a Palazzo Madama, sotto l’ombrello insicuro del Maie. Il gruppo degli ormai ex-costruttori, ex responsabili, insomma voltagabbana che Draghi si guarderà bene dall’utilizzare. Erano buoni per la campagna acquisti dell’avvocato del popolo. Non vanno bene per un governo che, almeno sulla carta, dovrebbe salvare l’Italia dal baratro. 

Che fine ha fatto Maria Rosaria Rossi?

L’ex fedelissima del Cavaliere, mal consigliata forse, si è lanciata in una carpiato per atterrare dall’altra parte della carreggiata. Sperando, neanche a dirlo, di guadagnare un ruolo di primadonna nel Conte-ter che non si è mai realizzato. Così è finita nel manipolo dei ‘traditori’, dei Ciampoloillo senza ricevere nulla in cambio.  E pensare che oggi avrebbe potuto sfoggiare un gran sorriso in favore di telecamere al fianco di Silvio. Che ha guidato personalmente la delegazione di Forza Italia all’incontro con Draghi.

Niente Conte ter. Dopo i titoloni il nulla

Qualche giorno di notorietà, titoloni sui giornali e poi il buio. La Rossi ci aveva creduto davvero. Specie dopo che Riccardo Merlo, il capo del gruppo degli italiani all’estero che ha lavorato alacremente per tenere in sella Conte, l’ha porta con sé alla consultazioni sul Colle con il presidente della Camera in veste di esploratore, Roberto Fico. Forse, come altri, aveva già pensato all’abito per il giuramento che mettesse in luce. ma non troppo, la sua silhouette minuta ma generosa.

Niente ministeri, niente candidature

Ora sarà difficile risalire la china. Per lei si era anche parlato di una candidatura nel possibile partito di Conte. Ma anche quello sembra sfumato. L’avvocato del popolo sta decidendo cosa farà da grande. E procede a zig zag tra sirene ministeriali (sempre più difficili) e improbabili candidature al Campidoglio per togliere d’impaccio i grillini. Che non sanno come scaricare la Raggi.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • vito imbornone 10 Febbraio 2021

    trenta denari e’ il suo valore.
    Berlusconi e’ un Signore e non meritava il tradimento ( a valore < 30 dinari).
    e' come avesse sputato nel piatto dove ha mangiato a gratis per tanti anni a favore di un sig, NULLA.
    Queste porcherie non si fanno Signorina ROSSI, si vergogni

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica