Il governo scoppia sulle restrizioni: tra Salvini e Zingaretti è lite sulla Pasqua blindata

giovedì 25 Febbraio 18:12 - di Sveva Ferri
salvini zingaretti lite

La questione delle restrizioni anti Covid prolungate fin dopo Pasqua fa scoppiare una lite tra Matteo Salvini e Nicola Zingaretti. Una faccenda che la dice lunga sulla possibilità per le forze che compongono il governo di mettere in campo un’azione organica. Il tema, infatti, è centrale su più fronti cruciali: il primo, quello della vita degli italiani; il secondo, quello del mandato stesso su cui è nato l’esecutivo Draghi.

L’irritazione di Salvini per la «Pasqua chiusi in casa»

«Mi rifiuto di pensare ad altre settimane o mesi di chiusura. Se ci sono situazioni locali si intervenga, ma parlare già oggi di una Pasqua chiusi in casa, di chiusure, non mi sembra rispettoso degli italiani», ha detto Salvini, in riferimento al nuovo Dpcm in arrivo, che prevede, appunto, restrizioni rigide fino al 6 aprile, ovvero fino al martedì dopo Pasqua. «Aiuteremo Speranza a offrire discontinuità», ha chiarito Salvini.

Zingaretti: «Salvini si attenga alla linea del governo»

La presa di posizione di Salvini sulle restrizioni di Pasqua, per altro non sorprendente, ha provocato la reazione nervosa di Nicola Zingaretti. «Vedo che, sulla pandemia, Salvini purtroppo continua a sbagliare e rischia di portare fuori strada l’Italia», ha scritto il segretario dem su Facebook. «Prima sono state le mascherine, che erano inutili; ora, cavalcando la stanchezza di tutti, si attaccano le regole per la Pasqua. Quello che è irrispettoso per gli italiani e gli imprenditori – ha sostenuto Zingaretti – è mettere a rischio le loro vite». «Buon senso e coerenza è avere una linea indicata dal governo e rispettarla. Così si sta in una maggioranza e si danno certezze alle persone. I problemi si risolvono, non si cavalcano», ha concluso il leader del Pd. Di fatto certificando che la maggioranza di governo è già pronta a scoppiare.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *