“Dritto e Rovescio”, il professor Gozzini vede l’inviata e se ne fugge in bicicletta (video)

venerdì 26 Febbraio 9:24 - di Giorgia Castelli
Gozzini

«Non posso parlare ragazzi, sono sotto processo».  Giovanni Gozzini esce di casa in bicicletta e fugge dall’inviata di Paolo Del Debbio, davanti alle telecamere di Dritto e rovescio. La giornalista chiede un commento al professore di storia di Pisa che ha insultato pesantemente Giorgia Meloni. Durante  una diretta su Controradio, nota emittente fiorentina di sinistra, l’ha insultata dandole della “vacca” e “scrofa”. Ma Gozzini, sospeso da lezioni e stipendio per tre mesi dall’Università di Siena in via cautelativa, scappa.

Gozzini inseguito dall’inviato di “Dritto e Rovescio”

L’inviata di Del Debbio lo insegue con il microfono in mano. «Senta, ma lei non è stato l’unico…». «Non faccia queste corse, le fanno male», replica il professore. La giornalista non molla: «Ma perché corre? Si fermi». E lui ancora: «Eh no, c’ho da andare». Poi l’inviata di Del Debbio sempre correndo gli chiede: «Ma perché tutto questo astio nei confronti di una donna di destra?». Ma lui è già sparito.

Gozzini: «Non posso parlare…»

L’inviata di Dritto e Rovescio non demorde e lo aspetta al ritorno delle sue commissioni. «Professore, si ferma un secondo? Vuole chiedere scusa alla Meloni?», chiede nuovamente. «Non posso parlare, fate un viaggio a vuoto», dribbla ancora le domande il professore. Poi, domando il prevedibile nervosismo congeda la giornalista: «Andate a casa».

Gozzini convocato all’Università

E proprio ieri Gozzini è stato convocato dal Collegio di disciplina dell’Università di Siena. Lo ha deciso la Sezione Professori Ordinari dello stesso organismo, presieduto dalla professoressa Gabriella Piccinni, che si è riunito per discutere la procedura relativa all’avvio del procedimento disciplinare nei confronti Gozzini.

Gozzini in attesa del verdetto

Il Collegio di disciplina, informa una nota dell’Ateneo, «ha presso atto della contestazione disciplinare e ha convocato per i prossimi giorni il professor Giovanni Gozzini». Come previsto dall’articolo 10 comma 3 della legge 240 del 2010, il Collegio di Disciplina ascolterà prima il rettore Francesco Frati che illustrerà la sua proposta di sanzione disciplinare: sospensione di tre mesi dalle funzioni e dallo stipendio.

Dopo l’audizione del rettore Frati e di Gozzini, il Consiglio di disciplina emetterà la “sentenza” e il verdetto passerà all’esame finale del Consiglio di amministrazione dell’Università di Siena a cui spetterà erogare la eventuale sanzione.

La condanna del Senato Accademico

In serata è poi arrivato anche il comunicato del Senato Accademico dell’Università di Siena. L’organismo «condanna le esternazioni del docente Giovanni Gozzini che non appartengono alla cultura pluralista e democratica dell’Ateneo».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica