Draghi glissa su sicurezza e immigrazione. La Russa: presidente, è stato ingeneroso con Salvini…

mercoledì 17 Febbraio 20:16 - di Francesco Severini
La Russa

Ignazio La Russa interviene al Senato sul discorso programmatico di Mario Draghi e rivendica il ruolo di Fratelli d’Italia: “lei ha invocato unità ma senza di noi, ci sarebbe stato il rischio di unanimismo, rischio che nel tempo si presenterà perché lei – ha detto la Russa – ha avuto motivi di plauso da esponenti di formazioni politiche completamente divise su tutto il panorama della politica e dell’economia”.

Quindi ha sottolineato che il M5S non ha applaudito quando Draghi ha fatto riferimento all’atlantismo, mentre la destra dello schieramento che sostiene Draghi non ha applaudito quando ha parlato di Europa.

La Russa: la regola vuole che vi sia una maggioranza e una opposizione

“Da questo lei deve trarre un auspicio e un insegnamento. L’auspicio è che il suo percorso possa mettere insieme ciò che per noi è difficilmente sommabile. L’insegnamento è che la politica ha delle regole e esse prevedono che vi sia una maggioranza e una opposizione. L’unità nel Parlamento non è un bene. Noi tuttavia  guardiamo senza alcuna preclusione non al suo governo ma alla sua opera personale di convincimento e di indirizzo di questo governo”.

“Nel suo governo non c’è discontinuità”

Un governo che “noi avremmo sperato in una maggiore discontinuità e dobbiamo però registrare che nel suo governo c’è un’importante presenza di ministri del governo Conte, il segno di una continuità con quel governo che noi riteniamo responsabile della mala gestione della pandemia e dei guasti economici alle categorie”. Una continuità – ha detto ancora – che “abbiamo visto anche nei provvedimenti di chiusura a poche ore dalla riapertura degli impianti sciistici. Auspichiamo che lei abbia la forza di imporre discontinuità a questo percorso altrimenti tutti i suoi progetti saranno vani”.

La Russa: “Noi cantavamo in piazza l’Europa”

Sull’Europa La Russa ha chiarito: “Fratelli d’Italia non ha mai avuto intenzione di uscire dall’Europa. Noi cantavamo in piazza l’Europa, ma un’altra Europa.  Senza Italia non c’è Europa, lei dice.  Ma questo sembra un nostro slogan… e noi dobbiamo  criticare l’Europa tutte le volte che se lo dimentica e quante volte se lo sono dimenticati. E quante volte hanno fatto l’interesse di Francia e Germania piuttosto che avere riguardo per i nostri interessi”.

“Voteremo ogni provvedimento in discontinuità con il governo Conte”

“Mi lasci dire – ha concluso La Russa- che lei è stato molto ingeneroso. Lei non ha parlato dei temi cari alla Lega, non ha detto una sola parola sulla sicurezza e sulla lotta all’immigrazione clandestina. Questo ci rafforza nel nostro ruolo di sentinella. Ci troverà pronti a votare ogni provvedimento in discontinuità con il precedente governo e saremo gli unici alleati che la sosterranno senza chiedere in cambio ministri e sottosegretari…”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica