Decine di Boeing 777 restano a terra in tutto il mondo. La decisione dopo l’incidente su Denver (video)

lunedì 22 Febbraio 10:54 - di Laura Ferrari
boeing 777 ANSA

Alcune compagnie aeree, dagli Usa al Giappone, hanno sospeso dal servizio i Boeing 777 con motore Pratt dopo l’incidente di sabato a Denver. In quell’occasione, un aereo diretto a Honolulu è stato costretto a rientrare poco dopo il decollo per un motore in fiamme. Il motore destro ha subito un guasto ed è esploso a metà volo. L’esplosione ha causato una pioggia di detriti su un’area abitata nei pressi della città del Colorado. Non c’è stato alcun ferito fra i 231 passeggeri e i 10 membri dell’equipaggio.

Tra le prime ad annullare i voli, la compagnia aerea americana United Airlines. Ha infatti annunciato di aver messo a terra 24 dei suoi aerei Boeing 777. Una decisione presa dopo che la Federal Aviation Administration (FAA) degli Stati Uniti ha emesso una direttiva di emergenza. In una dichiarazione, il capo della FAA Steve Dickson ha annunciato l’ordine di emergenza e le ispezioni intensificate dei voli Boeing 777 con motori Pratt & Whitney PW4000.

“Abbiamo esaminato tutti i dati di sicurezza disponibili dopo l’incidente di ieri,” ha spiegato Dickson. “Sulla base delle informazioni iniziali, abbiamo concluso che l’intervallo di ispezione dovrebbe essere intensificato per le pale del ventilatore che sono uniche per questo modello di motore, utilizzato solo su Boeing 777 aerei”, ha aggiunto.

Il produttore di aerei statunitense Boeing ha raccomandato di sospendere le operazioni dei suoi aerei 777 dotati di motori Pratt & Whitney 4000-112 fino a quando la Federal Aviation Administration identifica il protocollo di ispezione appropriato.

Boeing 777, un incidente simile in Giappone a dicembre

Domenica il ministero dei trasporti giapponese ha ordinato ad ANA Holdings Inc. e Japan Airlines Co. di mettere a terra i Boeing 777 che operano a seguito di un guasto al motore che ha fatto piovere detriti su un sobborgo di Denver ma non ha ferito nessuno. Le compagnie aeree avevano già messo autonomamente fuori servizio gli aerei: 13 di JAL e 19 di ANA. Il Ministero del Territorio, delle Infrastrutture, dei Trasporti e del Turismo ora ha emesso l’ordine ufficiale.

Un incidente simile aveva infatti coinvolto un altro Boeing 777 della Japan Airlines lo scorso 4 dicembre durante un volo partito da Tokyo Haneda e diretto a Naha, nell’isola di Okinawa. Anche in quel caso la copertura del motore si era staccata dalla fusoliera. Aveva lasciato i turboreattori scoperti e il pilota aveva dovuto compiere un atterraggio di emergenza.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica