Conte lascia Palazzo Chigi tra gli applausi. Accadde pure con il Cav ma non c’era Casalino in regia (video)

sabato 13 Febbraio 17:56 - di Valter Delle Donne
applausi Palazzo Chigi

La propaganda dei Casalino boys non si arresta con l’uscita di scena di Giuseppe Conte. Anche il passaggio di consegne è diventato occasione di propaganda sui Social. I post sono di questo tenore: “Una commozione mai vista per Conte”, “Non era mai successo che il personale di Palazzo Chigi si affacciasse alle finestre”. “Un applauso lunghissimo“.

Alcuni reporter ricordano: “Per Berlusconi ci fu un applauso ancora più lungo”

Non è vero. Togliete il “mai visto”. Togliete il “mai”. E sostituitelo con tre parole: “Come accade spesso”. La prassi del congedo del presidente uscente prevede infatti l’applauso, prevede le lacrime, prevede la commozione. Perché anche i funzionari, gli impiegati, gli inservienti di Palazzo Chigi hanno la loro sensibilità. Si saluta anche il capoufficio meno gradito, al momento del commiato. E più a lungo il premier è stato in carica, solitamente più lungo e intenso è l’applauso. Per Berlusconi fu “anche più lungo di quello di oggi”, ha ricordato in diretta l’inviato di Sky Tg24. 

I premier del passato non avevano la regia in stile “Uomini e donne”

Su Youtube alcuni video sono reperibili. E si possono fare i raffronti. Notate la differenza. Il montaggio accurato del video di Conte non ha paragoni con i precedenti. Il portavoce del premier uscente ha realizzato una soap opera sopraffina. L’ultima regia di Rocco Casalino è un prodotto a metà strada tra Grande Fratello e Uomini e Donne. Geniale, l’uscita di scena con la fidanzata, in stile Trump. In clima da San Valentino, poi, le inquadrature dei due, mano nella mano. E poi vogliamo parlare dei primi piani dei dipendenti di Palazzo Chigi alla finestra? Un’operazione mai fatta prima. Che ha funzionato alla grande.

Ora raffrontate questo video con quelli del passato. Nel novembre 2011 il commiato di Silvio Berlusconi venne chiaramente “troncato” per non far sentire troppo gli applausi. Le inquadrature per gli altri premier uscenti? Una sola telecamera e fissa. Roba da dilettanti rispetto alla svolta mediatica dei grillini. Insomma va riconosciuto: Rocco colpisce ancora. E ha avuto gioco facile grazie alla memoria da pesce rosso (e al pigro conformismo) della stampa italiana.

Berlusconi, Letta, Gentiloni, Renzi: tutti lasciano Palazzo Chigi tra gli applausi

Roma, 1 Giugno 2018 – Paolo Gentiloni ha lasciato Palazzo Chigi dopo la cerimonia della campanella, che ha passato il testimone della Presidenza del Consiglio a Giuseppe Conte. I dipendenti di Palazzo Chigi hanno applaudito Gentiloni mentre entrava in auto per lasciare il palazzo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica