Autista preso a calci e sputi per aver chiesto di mettere la museruola al cane a due passeggeri

giovedì 11 Febbraio 16:42 - di Federica Argento

Un autista di un bus delle linee urbane di Varese è stato aggredito, preso a calci, sputi e insulti. Aveva semplicemente chiesto a due persone che stavano per salire sul mezzo di far mettere al loro cane rottweiler la museruola. Lo esige il regolamento. Il conducente per tutta risposta è stato preso a schiaffi e sputi.  Ennesimo episodio che funesta ormai da temnpo la vita di conducenti e controllori. Uno dei due soggetti ha poi per sfregio urinato sulla carrozzeria del bus, continuando con insulti e gestacci nei confronti dell’autista. Un episodio – come leggiamo su Milano Today–  che  Autolinee Varesine, la società dei trasporti che gestisce il servizio locale, ha fortemente stigmatizzato. E’ l’ultimo di un rosario si episodi di aggressioni e intimidazioni.

Follia sul bus a Varese

La museruola ai cani che salgono sull’autobus insieme ai loro padroni , è un “accessorio assolutamente obbligatorio quando si utilizza un mezzo pubblico”, precisa la nota del servizio di trasporto varesino, “per animali della taglia del rottweiler. Che i due personaggi volevano far salire sul bus. Al rifiuto del conducente di farlo salire a bordo , i due hanno dato in escandescenze. E sono passati all’ aggressione, quando l’autista ha detto loro che non si sarebbe mosso dalla fermata se non avessero rispetto le regole. Al che la situazione è degenerata.

“Metta la museruola al cane”: autista pestato

Violenza pura. “Uno dei due soggetti scavalca la catenella che delimita lo spazio riservato all’utenza e tenta di scardinare la porta della cabina di guida; non riuscendoci, allunga una mano oltre il vetro colpendo il dipendente di Autolinee Varesine con due schiaffi;  e sporgendosi oltre la paratia riesce a sputargli addosso. Sceso dal veicolo, lo stesso personaggio si mette infine davanti al parabrezza, urinando sulla carrozzeria del bus. Continuando con insulti e gesti facilmente immaginabili”: è la ricostruzione  di Autolinee Varesine. Una follia.

Autista sottoposto a tampone

I guai non sono finiti per l’autista. Dovrà sottoporsi a un tampone antigenico, fa sapere la società. “Autolinee Varesine – fa sapere –  procederà  con un’ulteriore denuncia per interruzione di pubblico servizio”. E fa rimarcare anche una situazione spiacevole che fa da corollario a quest triste circostanza. “Purtroppo, nessuno dei circa 15 passeggeri a bordo o dei numerosi passanti ha detto o fatto alcunché”. Una triste indifferenza si s

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *