Zingaretti avverte Renzi: se c’è la crisi andiamo a votare. E a Italia Viva l’ipotesi non conviene

martedì 12 Gennaio 11:36 - di Riccardo Angelini
Zingaretti crisi

Nicola Zingaretti non vuole la crisi e usa una metafora nota per lanciare il suo messaggio a Matteo Renzi a poche ore dal cdm che dovrà approvare il Recovery Fund: se il vaso si rompe i cocci non si rimettono insieme. In pratica l‘avviso a Italia Viva è questo: far aleggiare lo spettro delle elezioni anticipate che certo non appaiono in questo momento come l’ipotesi più conveniente per i renziani. Non è un mistero che Renzi punti a un governo magari guidato da Draghi o da un’altra personalità (anche del Pd) evitando il ricorso alle urne.

Zingaretti: meglio tenersi Conte piuttosto che fare una crisi al buio

Per Renzi insomma il problema è Conte, lo stesso Giuseppe Conte che secondo Zingaretti ha invece tutte le carte in regola per continuare a governare. “Il premier è lui, ha vinto sfide importanti in Europa, sta guidando questa alleanza. Io non sono d’accordo con i partiti che scaricano su qualcuno le responsabilità. Ci vuole grande chiarezza, Conte ha tutte le carte per continuare a guidare questa alleanza anche promuovendo una innovazione nei contenuti”. Il leader del Pd respinge poi l’idea di un futuro ingresso nel governo: “Io al governo? Essendo incompatibile, penso di poter svolgere un ruolo facendo quello che faccio. Le risorse da investire ci sono”.

Di Maio prova a fare l’ottimista

Anche Luigi Di Maio prova ancora a incoraggiare il dialogo: “In caso di crisi decide il Presidente della Repubblica, decide il presidente del Consiglio ma spero che non si arrivi a questo punto: non voglio apparire uno sprovveduto, ma questo è ancora il momento, queste sono ancora le ore per trovare un’intesa sui temi sul futuro del nostro paese. Io sono ottimista”.

Boschi ironizza sul M5S: chiediamo di prendere il Mes non di prendere Meb

Il M5S in queste ore incassa anche il sarcasmo di Maria Elena Boschi: “Anche oggi polemiche su di me – ha scritto la Boschi sui social  – Italia Viva ha chiesto al governo di prendere il Mes, non di prendere Meb. Come al solito i 5stelle non leggono fino in fondo. O non capiscono. Servono soldi per la sanità, non poltrone per noi”. È inutile – commenta Maurizio Gasparri – “che la Boschi faccia la spiritosa. Per Renzi e company contano solo le poltrone. Più Meb che Mes. Della salute della gente non gliene importa niente”.

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )