Su Fb Conte invita a “mandare a casa Renzi”, poi smentisce. E Renzi blocca Casalino su Wapp

giovedì 14 Gennaio 16:01 - di Marta Lima

Scherzetti, dispettucci, botta e risposta, silenzi. Come due ragazzini alle prese con una lite da oratorio, Matteo Renzi e Giuseppe Conte litigano a distanza anche attraverso i propri intermediari, alcuni dei quali, in questi giorni, si sono proposti invano come pontieri. Ed ecco che nel pieno della crisi di governo, spunta un ridicolo retroscena che fa seguito alle presunte minacce rivolte dal portavoce di Renzi, Rocco Casalino, al leader di Iv, “in Senato di asfaltiamo”. Secondo il Messaggero, Renzi, dopo aver letto di quella frase sui giornali, avrebbe bloccato Casalino su Wapp, interrompendo di fatto l’unico canale di comunicazione privilegiato tra il dissidente della maggioranza e il presidente del Consiglio. L’ennesimo pasticcio provocato da Rocco Casalino, ma a quanto pare neanche l’ultimo…

Giallo sul profilo di Conte: un hacker contro Renzi?

Spunta, per pochi minuti, nelle storie Facebook del profilo ufficiale del premier Giuseppe Conte un post che invita all’iscrizione al gruppo ‘Conte premier – Renzi a casa!‘ (immagine in alto). “Se vuoi mandare Renzi a Casa e supporti Conte iscriviti nel gruppo”, si legge nel fotogramma, sopra campeggia uno scatto del premier sorridente e il viso di Renzi contratto in una smorfia. Scorrendo l’immagine si passa al profilo del gruppo pro Conte -3.420 membri all’attivo- dove nelle ore scorse ha pubblicato un post anche l’account ufficiale del M5S.

La smentita ufficiale di Palazzo Chigi

“Alcuni minuti fa sulla pagina Facebook ufficiale del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è apparsa una storia che non è mai stata autorizzata né da Conte né dal sottoscritto e che pertanto è stata immediatamente rimossa. Si tratta infatti di contenuti da cui il Presidente del Consiglio ed il suo staff comunicazione si dissociano totalmente, poiché in contrasto con il modo di pensare e di intendere la politica da parte del Presidente Conte, che ha sempre avuto come punto di riferimento il ‘rispetto della persona’, anche di coloro che, nell’ambito del confronto politico, possono ritrovarsi su posizioni diametralmente opposte”. Lo precisa in una nota il responsabile editoriale web e social media del Presidente del Consiglio, Dario Adamo, dopo che, per pochi minuti, sulle storie del profilo Fb del premier era apparsa una finestra che invitava all’iscrizione al gruppo ‘Conte premier – Renzi a casa!’.

“Stiamo facendo tutte le verifiche interne per accertare come sia potuta avvenire la pubblicazione di un simile contenuto. Non si esclude, al momento, l’ipotesi di un tentativo di hackeraggio da parte di qualcuno che in un momento così delicato come questo potrebbe aver agito intenzionalmente per danneggiare l’immagine del Presidente”, spiega ancora Adamo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica