L’inquilina 85enne è in ospedale, stranieri beccati a cambiare la serratura: le stavano occupando casa

sabato 30 Gennaio 20:51 - di Martino Della Costa
stranieri occupano casa

L’anziana inquilina, una donna di 85 anni, è in ospedale. Due stranieri vogliono occupare la sua casa. Per fortuna, i carabinieri piombano sul posto quando la coppia di malintenzionati ha appena cambiato la serratura e si appresta a entrare. Armati di attrezzi da scasso e pessime intenzioni, i due vengono con i ferri del mestiere ancora in mano, pronti a prendere possesso dell’appartamento in cui vive la signora ricoverata. Ma nel palazzo, in qualche modo scatta l’allarme: e arrivano le forze dell’ordine che guastano la festa degli scassinatori, beccati e arrestati in flagrante.

Coppia di stranieri prova a occupare la casa di un’anziana ricoverata

Sanno che la legittima inquilina dell’appartamento preso di mira, è un’anziana signora 85enne, da tempo ricoverata in un ospedale romano. Sono certi di poter agire velocemente e indisturbati. E pensano di sfruttare la situazione per mettere in atto il colpo tra i più odiosi da infliggere a qualcuno: sottrargli l’appartamento in cui vive. Occuparlo in sua assenza e rendere difficile il rientrarne in possesso. E così: individuato il posto e scelta la vittima da depredare, i due stranieri hanno pensato bene di agire. Notte tempo. Cassetta di attrezzi da scasso in pugno, sono entrati in azione tentando di forzare la serratura in modo da poter entrare e presidiare le stanze di quell’appartamento non protetto di Spinaceto, (quartiere periferico della capitale).

Ma a scasso effettuato, sul pianerottolo arrivano i carabinieri…

I piani, fortunatamente, non vanno come dai due scassinatori e futuri occupanti abusivi hanno predisposto. I carabinieri della Compagnia di Pomezia intercettano i due e li beccano in flagranza di reato: proprio mentre stanno furtivamente tentando di cambiare la serratura alla porta appena forzata, in modo da prendere possesso stabilmente dell’immobile appena violato. Fino all’arrivo dei militari, dunque, tutto procedeva come pianificato. Lo scasso. L’effrazione: ogni azione propedeutica all’occupazione finale, per fortuna andata in fumo con l’arrivo dei militari che, giunti sul posto, hanno arrestato per violazione di domicilio aggravata in concorso i due cittadini stranieri di 53 e 59 anni. Per i due malviventi sono immediatamente scattate le manette.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *