La crisi di governo è una indegna farsa. Chi farà rispettare la volontà popolare?

lunedì 25 Gennaio 13:41 - di Fabio Silvestri

L’esame della fiducia alle Camere, è stato l’ennesimo atto lesivo della dignità degli elettori, lo stravolgimento dell’intento dei padri costituenti, una farsa indegna per un popolo i cui natali hanno insegnato il diritto nel mondo.

Le urne darebbero la vittoria al centrodestra

Qualcuno potrà eccepire che di una situazione simile, ne approfittò anche il centrodestra nel 2008, ma ci sono delle differenze sostanziali, la prima è che il Governo Prodi nel 2006 nacque in realtà da una sconfitta, dal momento che il centrodestra aveva ricevuto più voti e che solo le alchimie di una legge elettorale avevano favorito la vittoria della sinistra, la seconda è la motivazione che spinge il Governo a tentarle tutte, infatti il ricorso alle urne oggi, sondaggi alla mano, vedrebbe la vittoria delle attuali opposizioni.

La volontà popolare non è assecondata

Oggi la campagna acquisti viene fatta dal Governo con la promessa di una poltrona, nel 2008 le opposizioni potevano solo offrire un’idea di cambiamento e così fu. Di conseguenza la volontà popolare dell’epoca fu assecondata attraverso un artificio, viceversa oggi è lesa da un esecutivo di assoluta minoranza. In tutto il mondo la pandemia non ha impedito le elezioni, in Israele addirittura votano con una frequenza impressionante, negli Stati Uniti si è votato, in Olanda si voterà a breve, i giornali tedeschi si chiedono perché in Italia il voto non è un’opzione.

Italia ostaggio dei burocrati

Cosa dire? Probabilmente siamo un paese particolare o più verosimilmente l’Italia è un paese ostaggio di quei burocrati e di quei poteri che sicuramente non hanno a cuore le sorti del popolo. In riferimento ai fatti narrati dalle cronache parlamentari, è lecito porsi delle domande.

Ci sarà un’inchiesta come avvenne per De Gregorio?

Negli ultimi giorni si è assistito al più meschino dei mercimoni, nel 2008 la magistratura inquisì il Senatore De Gregorio e lo stesso Presidente Berlusconi per il reato di concussione, oggi se ne guarderà bene. Ma a chi giova tutto questo? Sicuramente non agli italiani, vittime ed ostaggi di un governo quantomeno non idoneo e oserei dire inappropriato dati gli eventi, ma si sa che il potere di scioglimento delle camere, è attribuito al Presidente della Repubblica il quale è in scadenza di mandato, potrà mai consentire l’elezione di un Parlamento ostile, quale potrebbe essere quello che uscirebbe da un ipotetico ricorso alle elezioni? C’è solo da sperare che Renzi abbia effettivamente qualche mira non conosciuta allo stato attuale. Tuttavia è il caso di affidarsi a Renzi? Chissà!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica