Zaia colpisce duro: «Sui vaccini l’Europa ha fatto un’altra figuraccia, è ultima. Chiedetevi il perché»

mercoledì 2 Dicembre 16:24 - di Alberto Consoli
Zaia

L’ultimo fallimento dell’Europa. La notizia che la Gran Bretagna stia già vaccinando lascia perplessi in molti, tra cui il governatore del Veneto Luca Zaia, che l’ha espressamente detto in conferenza stampa. Di fatto la Gran Bretagna ha battuto tutti sui tempi. “Sul fronte vaccini l’Europa non fa una bella figura: la Gran Bretagna sta già vaccinando. E se la grande Europa arriva dopo un Paese che non è più in Europa,  allora vuol dire che qualcosa non va. Noi stiamo arrivano da europei da ‘buoni ultimi’“.

Luca Zaia, la polemica sui  vaccini in Gb

Lo ha sottolineato il presidente del Veneto Luca Zaia nel corso del consueto punto stampa, in cui ha anche stigmatizzato: “Non si capisce perché dobbiamo aspettare l’autorizzazione dell’Ema dopo che i vaccini sono stati certificati dalla Fda americana, il più grande ente autorizzativo a livello internazionale: c’è una possibilità che l’Ema possa dire di no ai vaccini che stanno già utilizzando in mezzo mondo?”, si è chiesto polemicamente il governatore del Veneto.

Ancora: “A Londra sono pronti con Pfizer e si legge anche di AstraZeneca. Perché noi parleremo di vaccini solo tra un paio di mesi? Non è una bella figura per l’Europa- continua a ripetere- . Faccio una domanda al mondo: davanti alla certificazione della Food and Drug administration, negli Stati Uniti, noi rifacciamo tutto? In questo caso non varrebbe la pena accelerare un po’?”.

Zaia: “Noi siamo pronti “

“In Veneto siamo pronti alla campagna vaccinale», ha dichiarato di seguito il governatore del Veneto. “Noi siamo pronti, considerando che ci troveremo con il Covid e il virus influenzale, nello stesso periodo. L’azienda Zero del Veneto ha già comprato i refrigeratori per garantire la catena del freddo a meno 80 gradi per il vaccino Pfizer”.  Zaia ha annunciato che “ovviamente sarà una campagna vaccinale volontaria, ma ci sarà la necessità sociale di essere vaccinati: il vaccino diventerà un ‘passaporto sanitario’: ci sono già compagnie aeree che già dicono che i non vaccinati non potranno salire sugli aerei”. Quindi il governatore del Veneto ha spiegato che “finiremo di vaccinare a fine estate 2021”.

“Dpcm? Non c’è ancora il testo”

Quanto al nuovo Dpcm, il governatore ha detto di “aspettare il testo”. “Dal governo al momento non abbiamo nessuna novità. Leggiamo – spiega- che sembra esserci un dibattito interno al governo su quali aperture permettere. Siamo in attesa quindi di un testo su cui poter lavorare prima che venga varato il nuovo Dpcm: abbiamo ancora poco meno di 36 ore di tempo”. Specificando che “la base del nuovo Dpcm parte da quella che è la zona gialla, con le sue restrizioni. E al momento non abbiamo altre novità: nelle prossime ore cercheremo di capire quali notizie ci saranno. Prima di tutto, ovviamente, viene sempre la salute, poi chi si sacrifica deve essere ristorato”.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica