Tornare a casa entro le 22 anche se si va dai parenti? Il governo chiarisce così il pasticcio sul coprifuoco

giovedì 24 Dicembre 18:18 - di Marta Lima

In tanti, in queste ore, si sono chiesti se anche oggi, domani e anche il 26 dicembre, in zona rossa, ovvero ovunque, sia necessario rispettare il coprifuoco tra le 22 di sera e le 5 di mattina, anche se si va a casa di parenti in due, con due minori e con autocertificazione. In in dedalo di regole, nazionali e talvolta contraddette a livello regionale, la confusione regna sovrana anche in piena celebrazione delle festività natalizie.

La domanda sul coprifuoco

“Se si va a casa di parenti o amici, nel rispetto dei limiti e degli orari previsti dalla normativa, si deve comunque rispettare il cosiddetto ‘coprifuoco’? O si può rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione in qualsiasi momento?”, sono le questioni su cui gli italiani si interrogano in queste ore.

La risposta arriva in un chiarimento pubblicato da Palazzo Chigi nelle sue Faq, le Frequently Asked Question: “Il rientro a casa dopo essere andati a trovare amici o parenti -si precisa nella Faq di palazzo Chigi- deve sempre avvenire tra le 5.00 e le 22.00 (il 1° gennaio 2021 tra le 7.00 e le 22.00), sia nei giorni ‘rossi’ che in quelli ‘arancioni'”. I “motivi che giustificano gli spostamenti tra le 22.00 e le 5.00”, spiega palazzo Chigi nella faq che aggiorna il cosiddetto decreto Natale, “restano esclusivamente quelli di lavoro, necessità o salute”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica