Roma, scopre di avere il Covid e si spara un colpo in testa: pensionato in condizioni disperate

lunedì 28 Dicembre 14:06 - di Lorenza Mariani
Pensionato scopre il Covid e si spara in testa

Terrore, spaesamento, disperazione a Roma. Un pensionato scopre di avere il Covid e si spara in testa. L’uomo, 84 anni, aveva appena saputo di essere positivo al Covid, con un inizio di polmonite. E preso dal panico, ha deciso di voler morire. E con la moglie nella stanza accanto, si è sparato un colpo alla testa. Ora l’uomo, che vive nel quartiere Axa della capitale, versa in condizioni gravissime all’ospedale Grassi di Ostia, dove i soccorsi lo hanno portato dopo averlo trovato in una pozza del suo sangue.

Roma, pensionato scopre di avere il Covid e si spara in testa

È accaduto tutto nel giro di pochi, concitati istanti. L’uomo, appreso di avere il Covid, ha deciso di voler morire di colpo. E di farlo nel modo più drammatico: con il suicidio. Che però non è riuscito a portare a compimento. Ha premuto il grilletto ma, stando a quanto riporta in queste ore il sito del Messaggero in un dettagliato servizio, «sottoposto ad accertamenti, i medici hanno scoperto che in realtà l’anziano si era sparato sopra l’orecchio sinistro. La Tac ha infatti mostrato schegge di osso e frammenti del proiettile». La moglie stessa, non pensando subito al gesto estremo, sentito il fragore dello sparo dalla stanza accanto, ha creduto che il martio fosse caduto e avesse sbattuto il capo. Scambiando il rumore dell’esplosione con un tonfo.

Gli inquirenti indagano per tentato suicidio

Infatti, arrivati i soccorsi, la donna ha fornito al personale del 118 la versione della caduta. Il personale sanitario, però, ricoverato l’uomo, ha scoperto che l’anziano si era sparato. Ed è immediatamente intervenuto per salvargli la vita. I primi accertamenti sul pensionato, inoltre, hanno confermato la positività al Covid e un principio di polmonite in corso. Per il pensionato dell’Axa, trovato a terra in una pozza di sangue e con una ferita alla testa, adesso le condizioni sono disperate. Nel frattempo, sono scattate le indagini, condotte dagli agenti del X Distretto Lido. I primi accertamenti, e la testimonianza resa dalla moglie dell’84enne, inducono comunque gli inquirenti al lavoro sul caso a propendere per l’ipotesi più accreditata: quella del tentativo di suicidio. Anche se, secondo la donna, nulla nelle ore precedenti il drammatico gesto, aveva fatto immaginare la tragedia imminente.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica