site logo
Politica

Merkel cittadina onoraria di Firenze. Sdegno di FdI e Lega: in ginocchio dinanzi a Berlino

18 dic 2020 di Riccardo Angelini

La notizia non ha avuto finora il rilievo che meritava. Il sindaco di Firenze Dario Nardella propone, con una delibera, di concedere ad Angela Merkel la cittadinanza onoraria. I meriti? Ha saputo tenere unita l’Europa in questo periodo di crisi riuscendo a mediare tra correnti di pensiero contrapposte.

Merkel cittadina onoraria di Firenze? Lega e FdI non  ci stanno

Ma le opposizioni non hanno gradito. Soprattutto dopo che il governo ha cambiato linea sul Natale copiando di fatto il lockdown deciso in Germania. Vi vedono, non a torto, un atto di vassallaggio nei confronti della Cancelliera tedesca.

“Siamo allibiti – dichiarano Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale, e Alessandro Draghi, capogruppo FdI in Palazzo Vecchio – di fronte alla decisione della giunta Nardella di dare la cittadinanza onoraria ad Angela Merkel. Ci chiediamo quale sia il legame tra Firenze e la cancelliera tedesca, poi ci domandiamo, soprattutto, come sia possibile definire il capo di governo tedesco capace di tenere unita l’Unione europea. Merkel rappresenta l’Europa che non vogliamo: un’Europa impegnata a fare gli interessi della Germania. La decisione di Nardella è un affronto a tutti gli italiani che, per i prossimi anni, dovranno subire le conseguenze del Mes, tanto voluto dalla Cancelliera”.

Nardella conceda la cittadinanza a chi ha fatto del bene a Firenze

“Ricordiamo che se uno Stato accedesse al Fondo – concludono Torselli e Draghi – comporterebbe probabilmente l’obbligo di ristrutturazione del debito che significherebbe far collassare le banche italiane che detengono titoli italiani e volatilizzare miliardi di risparmi dei nostri cittadini. Nardella dovrebbe pensare a dare la cittadinanza onoraria a chi ha davvero fatto del bene all’Italia e a Firenze”.

La Lega: Nardella costringe Firenze a ossequiare Berlino

I parlamentari della Lega Tiziana Nisini, Manuel Vescovi, Donatella Legnaioli e Manfredi Potenti se la prendono anche loro con Nardella. “Mentre da più parti a Firenze si rivolgono disperati e ripetuti appelli, affinchè migliaia di attività commerciali, stante la pandemia, evitino la chiusura, il sindaco Dario Nardella, invece di impegnarsi su come aiutarle concretamente, trova il tempo per chiedere di concedere la cittadinanza onoraria ad Angela Merkel. Davvero un’idea geniale…. Oltretutto, far diventare cittadina di Firenze, proprio la Cancelliera, equivale a far inchinare il capoluogo toscano alla principale rappresentante della famigerata Troika. In sintesi, Nardella, costringe Firenze ad ossequiare Berlino ed i suoi sodali”.

Commenti
Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. i campi contrassegnati con * sono obbligatori.