Caso Genovese, il racconto di Kristina: «Quella scena agghiacciante che non dimenticherò mai»

martedì 15 Dicembre 14:12 - di Gigliola Bardi
genovese kristina

Nuovi racconti si aggiungono sulle feste di Alberto Genovese, l’imprenditore del digitale finito in carcere a San Vittore con l’accusa di aver violentato una 18enne proprio durante uno dei suoi esclusivi party a Milano. A fornire la descrizione, raccapricciante, di un episodio che si sarebbe verificato durante una delle feste a Ibiza, altra location delle serate di Genovese ormai nota alle cronache, è stata una ragazza che vi avrebbe partecipato, Kristina.

Il racconto di Kristina: “Così sono finita da Genovese”

La giovane è intervenuta alla trasmissione di Barbara D’Urso, Live Non è la D’Urso, dove ha riferito di aver preso parte alle feste di Genovese per un paio d’anni. Il contatto sarebbe avvenuto per caso, su invito di un amico che le aveva proposto di andare in piscina. Invece, “sono finita da lui”, ha detto Kristina. “Era giorno. Verso sera si è movimentata la situazione e sono arrivate altre persone. Nel pomeriggio ha provato ad approcciarmi, io l’ho respinto mentre circolava alcol e droga”, è stato il racconto della ragazza, che ha riferito di essere andata via, ma di essere comunque rimasta in contatto con l’imprenditore fino a circa due anni fa.

L’imprenditore e “la Sindrome dello sceicco”

Kristina ha quindi detto di aver partecipato a “una decina, forse una ventina di feste”. In quelle situazioni, ha riferito ancora, avrebbe visto un padrone di casa “sempre molto fisico”, che “ballava in modo provocante con le ragazze” e non veniva respinto perché “era lui che offriva”. “Aveva una specie di Sindrome da sceicco, non c’erano altri uomini se non alcuni amici e il suo braccio destro”, ha quindi commentato la ragazza.

Il volo privato verso Ibiza

Il racconto di Kristina, fin qui, dunque, è coerente con quanto emerso dalle indagini, ma resta comunque da verificare: rimanda uno spaccato di violenza e degrado – se possibile – perfino superiore a quello emerso fino a questo momento. In particolare, la giovane ha fatto riferimento a un episodio che si sarebbe verificato a Ibiza, dove già una ragazza di 23 anni ha denunciato agli inquirenti di essere stata violentata e un’altra donna ha riferito in tv di essere stata molestata. Kristina ha detto di essere andata a Ibiza con un aereo privato sul quale viaggiavano lei, tre modelle, un ragazzo e Genovese. Una delle ragazze, che “veniva dalla Lituania”, avrebbe “cominciato a provarci con lui”. I due quindi si sarebbe chiusi in camera e non sarebbero più stati visti dagli altri ospiti “per tre giorni”.

Un episodio raccapricciante

Poi, a festa finita e altri ospiti andati via, secondo quanto raccontato da Kristina, la ragazza lituana sarebbe stata ritrovata “in una camera, a letto, addormentata nuda fra i suoi escrementi e il vomito”. “Non so cosa sia successo, posso supporre. L’hanno messa sotto la doccia, dov’è rimasta per un’ora. Non ha voluto un’ambulanza, forse perché aveva assunto droghe. Ha smesso di parlare, camminava a gambe divaricate, una scena – ha sostenuto Kristina – che non posso dimenticare. Noi stupidamente pensavamo che fosse colpa sua, perché reduce dall’uso di sostanze stupefacenti. Oggi – ha concluso la giovane ospite di Barbara D’Urso capisco che forse abbiamo sbagliato a giudicare“.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica