Roma, tensione nel campo nomadi di Salone: un rom in possesso di una pistola Beretta calibro 9/21

martedì 3 Novembre 9:36 - di Liliana Giobbi
campo nomadi di salone

Per l’ennesima volta allarme e controlli negli insediamenti dei rom a Roma. E i riflettori vengono puntati sul campo nomadi di Salone. Le proteste dei residenti non hanno ancora fatto muovere un dito all’amministrazione comunale, che fa finta di nulla. L’azione delle forze dell’ordine permnette di  scoprire situazioni intollerabili. L’ultima, in ordine di tempo, ha visto l’intervento degli agenti in borghese, che hanno arrestato un giovane di etnia rom.

Gli agenti nel campo nomadi di Salone

Giunti al campo nomadi di Salone, gli uomini in divisa hanno identificato il ventenne, che aveva numerosi precedenti di polizia e già sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. Il giovane è stato trovato in possesso di una pistola Beretta calibro 9/21 con matricola abrasa. L’aveva avvolta in un panno bianco e nascosta all’interno del bagno del proprio modulo abitativo.

Il giovane rom finisce in manette

Al termine degli accertamenti per il giovane sono scattate le manette e dovrà rispondere di detenzione di arma comune da sparo. Sono in corso ulteriori indagini per accertare la provenienza dell’arma e se è stata usata per commettere fatti delittuosi.

Altri rom presi in flagranza di reato

Giorni fa alcuni nomadi di via di Salone alla Garbatella sono stati presi in flagranza di reato dalla polizia che è stata minacciata da un bandito con un coltello da cucina. Momenti di tensione hanno spinto un poliziotto a prendere l’arma di ordinanza che poi ha avuto la freddezza di non usare.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica