Roma, metro C chiusa per ore. Manca il personale. Rampelli: dove sono finiti i bus della Raggi?

lunedì 23 Novembre 15:14 - di Redazione

Oggi la metro C di Roma è ferma per “indisponibilità di personale“. Lo annuncia di prima mattina con candore la stessa Atac,  l’azienda del trasporto pubblico della Capitale.

Atac: la metro C è ferma per mancanza di personale

“L’Atac – prosegue il comunicato – ha attivato un servizio di bus sostitutivi che percorrono il tratto dell’intera linea. Che va da Montecompatri a San Giovanni, nei pressi del centro“. Non si tratta di un breve tragitto. L’intera rete metropolitana è rimasta congelata di lunedì per diverse ore.  “Molti utenti hanno segnalato una quantità insufficiente dei mezzi messi a disposizione. Che ha portato di conseguenza al sovraffollamento di passeggeri sugli autobus. Non si sa ancora quando potrà riprendere il servizio della metro C”, conclude la nota.

 Sui social scoppia la rabbia con foto e video di persone in coda. O ammucchiate come sardine alla ripresa delle corse. 

Rampelli: che fine hanno fatto i pullman della Raggi?

“Che fine hanno fatto pullman privati annunciati da Raggi?  I bus sostitutivi tra San Giovanni e Pantano risultano stracolmi. E ben oltre il limite massimo di capienza al 50% previsto nell’ultimo Dpcm di Conte”. Tra i primi a commentare Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e romano doc. “Una misura che si conferma inutile se non si aumentano proporzionalmente le corse e i mezzi. Limite peraltro già abbondantemente oltrepassato con il servizio a regime. Figuriamoci nelle situazioni di emergenza”.

Fratelli d’Italia: il covid ringrazia…

Da mesi – prosegue il parlamentare di Fratelli d’Italia – abbiamo proposto l’utilizzo in tutta Italia di bus privati, taxi, Ncc e car sharing. Ma solo qualche giorno fa, in grande ritardo e in modo insufficiente, qualche sindaco ha annunciato l’impiego di pullman. Ma le folle indispettite di utenti che cercano di andare al lavoro testimoniano che siamo lontani dalla soluzione. Il Covid ringrazia”.

L’assessore ai Trasporti fa lo scaricabarile

Al danno la beffa. In queste ore pullulano sul web le reazioni sdegnate dell’entourage grillino della sindaca Raggi e della sinistra che governa città e regione. Tra i più duri verso la mossa della municipalizzata romana proprio l’assessore capitolino ai Trasporti. ‘‘Quanto accaduto stamattina sulla metro C è ingiustificabile. Parte del personale di stazione non si è presentato a lavoro impedendo di fatto l’apertura in sicurezza della linea. Un comportamento che ha provocato un’interruzione di servizio pubblico inaccettabile”. Così su Facebook Pietro Calabrese. Ma l’assessore alla ‘Città in movimento’ è all’opposizione o al governo della Capitale? ”Atac ha avviato un’indagine interna e sta svolgendo tutti gli approfondimenti del caso”, scrive ancora l’assessore Calabrese”.

Il Pd fa sciacallaggio sulla Raggi

Il Pd, invece, approfitta del disagio dei cittadini  per gettare fango sulla sindaca 5Stelle. Che ha avuto l’ardire di annunciare la sua ricandidatura alle comunali di primavera. “Stamattina la #MetroC non ha aperto a Roma. Mentre la sindaca anche durante l’emergenza continua a usare il proprio ruolo solo per fare propaganda, tutti i cittadini pagano il prezzo della sua totale incapacità”. Così il segretario romano del Pd Andrea Casu.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )