Rinaldi alla Malpezzi: “Mangeremo il panettone a Natale?”. Lei ha una crisi di nervi (video)

venerdì 13 Novembre 18:56 - di Angelica Orlandi
Rinaldi panettone Malpezzi

Quel panettone sventolato sotto il naso fa venire una crisi di nervi alla senatrice del Pd, Simona Malpezzi. L’europarlamentare della Lega Antonio Maria Rinaldi sa come frenare la cattiva abitudine dell’esponente dem di interrompere e di dare sulla voce con la sua voce acuta appena sente odore di critiche al governo. “Che dice? Mangeremo il panettone a Natale?”, la stuzzica Rinaldi durante “Diritto e Rovescio”, condotto da Del Debbio. La provocazione, se così si può dire, è più che motivata.

Rinaldi manda in tilt la Malpezzi

Prima ci  prescrivono come dobbiamo trascorrere le Festività natalizie; con la pretesa del governo di stabilire con chi, come e con quale grado di parentela dovremo sederci a tavola. Poi il premier Conte osserva che, in fondo, meno siamo in casa e meglio è, c’è più spiritualità. E la Malpezzi pensa pure di difendere questo scempio inconcludente senza essere contraddetta?

Crisi isterica, Malpezzi fuori di sé

Succede il finimondo da Del Debbio. L’europarlamentare del Carroccio, tira fuori un panettone. E chiede: “Volevo solo sapere da chi difende questo governo se gli italiani quest’anno riusciranno a mangiare il panettone”, insiste. A questo punto la senatrice dem perde la testa, ha una specie di i crisi di nervi e inizia a dare sulla voce, a interrompere, a dare i numeri -letteralmente- sulle cifre delle rianimazioni che il governo avrebbe potenziato d’estate. Numeri inverosimili, ascoltarla tessere le lodi dell’esecutivo è impossibile:

Cosa è successo. Ci mette le mani Del Debbio

“Posso? Posso? Rinaldi che fa lo spiritoso – interrompe – è quello che ha votato contro i 209 miliardi che dovevano arrivare agli italiani. Io ringrazio l’Europa, non Rinaldi: la possibilità del panettone avviene grazie a quei miliardi”. Rinaldi le fa gentilmente notare che non è proprio così. Anzi. Da anni l’Italia spende solo una parte delle risorse europee. Perché non sa spenderle. La Malpezzi urla: “bravo, bravo!”. Batte le mani ironicamente a Rinaldi. Una scena patetica, gesti inconsulti.  Replica Rinaldi: “Cara onorevole, visto che lei è così puntuale, se le è lette le condizioni?” del Mes? Ma non si capisce più nulla, le invettive si incrociano, la voce della Malpezzi non è sostenibile. Così  ci pensa Del Debbio a ripristinare un minimo di calma. Alla sua maniera: ” “Non mi fate inc***, state boni tutti. Tutti boni. Decido io chi ca*** parla. Ci siamo capiti….”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica