Ricciardi, niente illusioni: «Il lockdown nazionale non è scongiurato. E a Natale no a cenoni aperti»

giovedì 12 Novembre 9:53 - di Gianluca Corrente
Ricciardi

Il rischio lockdown generalizzato «non è scongiurato.Dobbiamo valutare gli effetti delle misure adottate» contro la corsa di Covid-19. Lo spiega Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza, intervenendo su Sky Tg24. «Quello che sta succedendo è che in molte regioni la situazione sta peggiorando, in altre è stabile. E noi dobbiamo, nelle regioni che stanno peggiorando, arrestare questo peggioramento». E anticipa: «A Natale no cenoni aperti», feste con i propri cari».

Ricciardi: la situazione nelle regioni stabili

Quello che verrà «sarà un Natale di estrema prudenza, in cui purtroppo la circolazione del virus sarà ancora intensa. Per cui non saranno possibili -cenoni aperti, assembramenti, persone che non si conoscono e che stanno una vicina all’altra». Alcune aree gialle «per me sono già rosse». In alcuni ospedali «ci sono scene da guerra». «Nelle regioni che sono stabili bisogna invertire la curva e farla diminuire», continua Ricciardi. «Soltanto quando saremo certi che questo avviene allora potremo trarre delle conclusioni. Però tutti quanti stiamo cercando di evitare il lockdown nazionale, di elaborare delle misure proporzionate alla circolazione del virus».

«Speriamo di vedere presto i risultati»

Che nei numeri dell’epidemia ci siano segnali positivi «lo speriamo tutti», sottolinea. «Ma per essere certi dobbiamo aspettare ancora una decina di giorni. Perché le misure che sono state introdotte una settimana fa e quelle rafforzate pochi giorni fa, per dare degli effetti stabili bisogna valutarle dopo 2 settimane. Stiamo andando nella giusta direzione con le misure prese, speriamo di vedere presto tutti quanti i risultati».

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica