Maradona, camera ardente alla Casa Rosada. Un milione di argentini per l’ultimo saluto

giovedì 26 Novembre 8:24 - di Edoardo Valci
Maradona Casa Rosada

Diego Armando Maradona, morto per un arresto cardiocircolatorio all’età di 60 anni, riceve il saluto del popolo argentino nella Casa Rosada, la sede della presidenza. Si calcola che almeno un milione di argentini raggiungeranno la Casa Rosada per rendere omaggio al campionissimo. La famiglia del Diez  ha a disposizione un’ala della sede presidenziale, sorvegliata da un imponente schieramento di forze dell’ordine e militari. Buenos Aires vive ore impegnative, considerata la situazione d’emergenza legata alla pandemia di coronavirus.

Maradona alla Casa Rosada

Il corpo di Maradona è stato trasferito alla Casa Rosada, All’organizzazione collaborano settori del ministeri della Sicurezza, della Difesa e della Salute. Inizialmente non era stato escluso che la camera ardente potesse rimanere aperta per più di una giornata. Questa, secondo le autorità, avrebbe potuto essere la soluzione per ridurre i rischi di assembramenti che, in realtà, appaiono difficilmente gestibili per la portata dell’evento. «Abbiamo organizzato tutto affinché non ci siano assembramenti. E affinché la gente rimanga il minor tempo possibile in un luogo chiuso», le parole del presidente argentino Alberto Fernandez, Il capo dello Stato ha proclamato tre giorni di lutto nazionale.

Le parole del presidente Alberto Fernandez

«Non ci posso ancora  credere, grande tristezza», ha detto Alberto Fernandez. Parlando con il quotidiano El Clarin, il presidente della Repubblica ha mostrato tutto il suo dolore per la scomparsa di Maradona. «Sono devastato, è la peggiore notizia che potessimo ricevere, lo amavamo. Stiamo cercando di parlare con la sua famiglia. Grande tristezza». Alberto Fernandez ha annunciato tre giorni di lutto nazionale. Lacrime anche per l’ex presidente Cristina Kirchner: «Tanta tristezza … Tanta. È stato un grande. Addio Diego, ti vogliamo molto bene. Un abbraccio enorme ai tuoi parenti e ai tuoi cari». La Federcalcio argentina (Afa) ha espresso il cordoglio in un tweet.  «Il più profondo dolore per la scomparsa della nostra leggenda, Diego Armando Maradona. Sarai sempre nei nostri cuori», si legge.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica