Bergamo, esce dall’ospedale e ruba un’ambulanza per tornare a casa: «Non c’erano taxi»

venerdì 20 Novembre 9:11 - di Paolo Sturaro
Bergamo

Una scena surreale. Ha rubato un’ambulanza in sosta al Pronto soccorso dell’ospedale di Treviglio, in provincia di Bergamo, per tornare a casa dopo essere stata dimessa. Per questo motivo i carabinieri hanno denunciato una ragazza di 23 anni a piede libero. Il furto poco dopo la mezzanotte. «L’ho fatto perché non c’erano i taxi per tornare a casa», la giustificazione della giovane.

Bergamo, la ricostruzione dei fatti

La giovane era appena uscita dal pronto soccorso di Treviglio (dell’Asst Bergamo Ovest). Ha messo piede a bordo di un’ambulanza che aveva le chiavi inserite nel cruscotto. L’ha messa in moto per tornarsene a casa. Il personale sanitario ha subito allertato il 112 per segnalare quanto stava accadendo. L’operatore della centrale operativa dei carabinieri ha inviato le pattuglie per intercettare il veicolo.

L’ambulanza intercettata ad Arcene

I militari hanno verificato il sistema di tracciamento gps di cui è dotata l’ambulanza. Pochi minuti dopo, il veicolo ha raggiunto Arcene, comune vicino a Treviglio, dove l’ambulanza è stata intercettata

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica