Roma, violenza al Prenestino-Labicano: bengalese spinge giù dalla finestra il coinquilino 52enne

sabato 10 Ottobre 10:53 - di Gianluca Corrente
Prenestino-Labicano

Durante una lite un immigrato bengalese ha spinto un coinquilino connazionale giù dalla finestra di un appartamento di via Ludovico Pavoni, nel quartiere Prenestino-Labicano, a Roma. La vittima è un 52enne che è in prognosi riservata in ospedale. I carabinieri hanno arrestato l’aggressore, di 44 anni, con l’accusa di tentato omicidio.

La lite nel quartiere Prenestino-Labicano

Il fatto è avvenuto in tarda serata. I due uomini condividono un appartamento insieme ad altri connazionali, al terzo piano di uno stabile condominiale di via Ludovico Pavoni. Il motivo del contendere potrebbe essere riconducibile al pagamento della quota del canone di affitto. La lite, ben presto, si è tramutata in scontro fisico. In un impeto di rabbia, il più giovane ha spinto il suo antagonista, facendogli perdere l’equilibrio. E questo ha causato la sua rovinosa caduta dalla finestra. Subito dopo, il 44enne ha inziato a fuggire lungo le vie circostanti. Alcuni passanti l’hanno ricorso ma lui è riuscito a dileguarsi.

La caduta dal terzo piano dello stabile

La vittima, nel cadere, ha impattato sulla tenda dell’appartamento al piano inferiore. Successivamente ha terminato la corsa sul parabrezza dell’autovettura parcheggiata lungo la strada. Dall’abitazione al Prenestino-Labicano l’hanno portata in codice rosso al Policlinico Tor Vergata, dove è tuttora ricoverata in prognosi riservata a causa di un’emorragia cerebrale e politraumi da caduta. Poi l’arresto dell’aggressore, che ha tentato inutilmente di farla franca.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica