La Ghisleri sbugiarda Conte. “Non può raccontare balle e dire che va tutto bene: è un tradimento” (video)

giovedì 1 Ottobre 18:45 - di Angelica Orlandi
Conte

Bastonato su tutta la linea. Per Giuseppe Conte, “va tutto bene”. Questo in estrema sintesi il pensiero espresso dal premier in conferenza stampa. Salvo poi,  a stretto giro di posta,  scoprire che si procede verso la proroga dello stato d’emergenza. Anche questa una decisione presa in solitudine, senza confronto parlamentare. E allora ci si chiede: va davvero tutto bene? E’ la domanda che a L’aria che tira su La7  Myrta Merlino ha rivolto preoccupata alla sondaggista Alessandra Ghisleri. Lei ha il polso della situazione del paese, dietro le cifre ci sono le vite e gli umori delle persone. Affidabile e garbata, ma puntuale e pungente quanto basta.

Ghisleri contro Conte: cosa non può fare

La Ghisleri ha fatto una disanima molte chiara e ha affilato le unghie contro il fare ondivago del premier: “Conte non  può andare in conferenza stampa e dire che va tutto bene”. Anzitutto perché è una bugia. La sondaggista di Euromedia Research  punta il dito: “Già dopo il lockdown non si sono risolte questioni che hanno acuito lo scontro sociale. Il problema sta nelle disuguaglianze che crescono e che dividono il Paese”. “Si stanno acuendo le diseguaglianze tra chi ha un lavoro e chi no”, scandisce. “Tra chi può stare in smart working e chi no. Tra chi ha la possibilità di avere una scuola che funzioni e chi no; c’è chi ha gli strumenti per fare la didattica a distanza e chi no. Le attese aumentano e quindi le tensioni sociali anche”, argomenta la Ghisleri. Aggiungiamo pure i moltissimi che non hanno avuto la cassa integrazione e neppure il bonus dei mesi scorsi per avere il quadro disastroso creato dall'”annuncite” di Conte. Per non parlare del caso Tridico.

Pertanto la Ghisleri è severa: “Non si può dire in conferenza stampa che va tutto bene perché si creano delle attese e poi si pensa di essere esclusi”, afferma  la sondaggista elencando una sfilza di problematiche lasciate insolute da questo governo. A proposito di attese, la Ghisleri mette in guardia Conte quando  parla con troppa leggerezza dei soldi del Recovery Fund. “Le persone sentono parlare di questa messe ingente di denari e si illude che in qualche modo le cose  si possano riverberare nelle loro vite. Ed è qui il grande tradimento”, conclude severa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Costantini 2 Ottobre 2020

    Presidente Conte, posso farle una semplice domanda: mi sembra che il nostro ordinamento prevede che siamo una REPUBBLICA PARLAMENTARE, giusto per ricordarle in quale paese viviamo e non siamo sotto dittatura.
    In un momento come questo nel quale la popolazione italiana si trova ad affrontare una situazione molto delicata in cui è in ballo la vita delle persone, lei quali provvedimenti ha preso per tutelare la vita dei cittadini?
    Per quanto mi riguarda, lei non ha fatto nulla per contrastare questo fenomeno.
    Allora mi domando: lei è il presidente del consiglio che coordina l’attività dei vari ministeri.
    In questo ruolo cardine della nostra vita, quali sono le azioni di contrasto attuate da questo governo di fronte ad una situazione critica dove è in ballo la vita dei cittadini?
    Poca roba, mi scusi la considerazione.
    E di fronte ad una situazione di emergenza lei vuol continuare a gestire questo governo e quindi l’intera popolazione?
    Quante persone dovranno morire perché siano presi quei provvedimenti che limitano la situazione di grave emergenza in cui ci troviamo?
    Se può darmi una risposta, mi farebbe un grande piacere.

  • Giuseppe Costantini 2 Ottobre 2020

    Chiedo al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, quali sono gli elementi su cui basa la sua proposta di continuare questo stato di emergenza per altri mesi.
    Mi sembra una proposta labile senza alcuna motivazione che sia alla base della richiesta.
    Invece di fare questa proposta sarebbe opportuno prendere dei provvedimenti che permettono ai cittadini di conoscere le procedure da adottare per contrastare il fenomeno.
    Invece vedo che il comportamento di questo governo si basa soprattutto sulla paura che nasce dai risultati provocati dal coronavirus.
    Quello che mi sorprende sono le azioni portate avanti da questo governo che, purtroppo, non hanno portato a esiti positivi.
    Presidente Conte quando pensa di mettere in atto quelle azioni prima di contrasto alla pandemia e poi di risoluzione dei problemi dei cittadini che si sentono inermi di fronte ad un fenomeno che sfugge alla loro comprensione?

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica