Giarrusso: «Grillo è rincitrullito, Di Maio è una trottola, sa solo fare giravolte e piazzare gli amici»

lunedì 5 Ottobre 11:26 - di Roberto Mariotti
Giarrusso

«L’alleanza col Pd? È la morte nera, come ha detto Di Battista. Sono i traditori di questo Paese, pronti a vendersi allo straniero per un tozzo di pane. Purtroppo Di Battista arriva troppo tardi, non c’è da salvare niente». Lo dice il senatore Mario Giarrusso, ex M5S, a Radio Cusano Campus. «C’è da ricominciare con tutti i temi del movimento che sono stati abbandonati. Provo una rabbia indicibile verso Casaleggio. Lo statuto del 2017 ha concentrato i poteri su un’unica persona che si è creduto dio in terra e ha ucciso il Movimento».

Giarrusso, attacco a Casaleggio e Grillo

«Ora Casaleggio», incalza , «si stupisce che il movimento si sia trasformato. L’ha ucciso lui con quello statuto dandolo in mano al piccolo democristiano campano che ha piazzato tutti i suoi amici, i Pomigliano boys». Grillo? «L’ho amato e stimato, però la vecchiaia a volte è una brutta malattia che porta con sé un rincitrullimento. Ci ha messi nelle mani del Pd. Quando si è proposto di fare il contratto di governo, Grillo ha liquidato il contratto con una battuta. E il M5S è rimasto in balia del Pd che ha fatto la parte del leone».

«La trottola Di Maio ha fatto un regalo a Salvini»

«Il M5S è in minoranza in Cdm pur avendo il 32%. Tutti quelli che vengono rivendicati come risultati del M5S sono risultati del primo governo Conte che aveva lavorato sulla base di un contratto”, aggiunge. «Di Maio la trottola ha fatto un regalo a Salvini mandandolo a processo. La Procura, che dovrebbe sostenere l’accusa, ha chiesto il proscioglimento e l’archiviazione».

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica