Crozza-Zangrillo scatenato contro Lopalco: “C’è una malattia più grave del Covid, la sua demenza senile…” (video)

sabato 3 Ottobre 13:08 - di Alberto Consoli
Crozza-Zangrillo

Esilarante. Crozza non ha fatto  altro che rendere caricatura una vicenda già di per sé gonfiata dai mezzi di informazione”. Non si sente “per nulla offeso” l’epidemiologo Pierluigi Lopalco, neo assessore alla Sanità della Puglia, dalla performance di Maurizio Crozza che, nella puntata del 2 ottobre  di ‘Fratelli di Crozza’, veste i panni di Alberto Zangrillo. In realtà il direttore  della Terapia intensiva del San Raffaele di Milano in formato Crozza ne dice di tutti i colori, tra il serio e il faceto, al neo assessore di Emiliano. Lo sketch è godibilissimo, tutto imperniato su riferimenti allo stesso Lopalco.

Lopalco insiste: “Zangrillo non dovrebbe avventurarsi…”

“Considero il professor Zangrillo un eccellente collega e bravissimo medico – dice Lopalco all’Adnkronos Salute -. Purtroppo non sempre è chiaro che, così come io non mi sognerei mai di intubare un paziente, un clinico non dovrebbe avventurarsi in valutazioni epidemiologiche per le quali servono competenze specialistiche altrettanto specifiche. Tutto il resto è folklore mediatico”. Non si è offeso, dice,  ma mastica amaro il professor Lopalco, che rintuzza i vari spunti che in maniera parodistica Crozza enfatizza.  Il comico genovese non ha fatto altro che stigmatizzare lo scambio di vedute che i due  medici e clinici si sono scambiati a distanza, in questi mesi, n totale difformità l’uno dall’altro.

Crozza-Zangrillo: “Se cerca Lopalco su Internet, ecco cosa trova”

“‘D’ora in poi lo chiamerò solo Lopalco, senza dottore. Per rispetto agli altri dottori”, inizia a scherzare Crozza. “Lopalco non  la reputa un esperto”, dice Massimo Zalone che  nell’intervista a Zangrillo  è la voce fuori campo. “Troverà su internet migliaia di articoli, miei interventi…”, risponde alla provocazione il Crozza- Zangrillo che rende benissimo l’eloquio fluente e inarrestabile dello specialista del San Raffaele. “Forse ho sbagliato modus”, ripete il Zangrillo della gag, esprimendosi con il suo tipico modo di intercalare”. ” Se invece su internet cerca Lopalco, le viene subito fuori un elettrauto di Crotone…”. Il riferimento è alla celebre frecciata con cui Zangrillo replicò al collega, rinfacciandogli che lui aveva pubblicato solo uno studio in materia. Pesantissimo.

Poi Zangrillo-Crozza ripete, ancora più “cattivo”: “Ci sono altre malattie più gravi,  come la demenza senile, di cui soffre il 100 per cento dei…Lopalco“… ironizza Zangrillo. “Intuba, stuba, infuba, stuba:  un medico di un certo livello non può andare in terapia intensiva. Troppo impegnato televisivamente, sempre in diretta tv”. Le divergenze- reali- tra i due specialisti sono destinate a rimanere anche negli annali della satira. L’imitazione è realmente molto divertente. Tutto ringraziano Crozza, dopo essere stati imitati, ma sotto sotto…

Per vedere il video clicca qui.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica