Covid, la Svizzera si blinda: quarantena per chi arriva da 4 regioni italiane, considerate “zone rosse”

venerdì 9 Ottobre 17:20 - di Redazione
Covid Svizzera

Altre tre regioni italiane vanno ad aggiungersi alla Liguria nella lista delle zone a rischio coronavirus dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP): si tratta della Campania, della Sardegna e del Veneto. L’elenco, aggiornato oggi e valido da lunedì -rende noto l’agenzia Ats-, comprende per la prima volta anche due Länder tedeschiD’ora in avanti sono infatti considerati a rischio per la loro situazione epidemiologica legata al Covid-19 il Land di Berlino e quello di Amburgo.

La Svizzera considera zone rosse 4 regioni

Nulla è cambiato per quanto riguarda le regioni francesi, che rimangono 18. Per quel che concerne l’Austria invece, il provvedimento, che obbliga alla quarantena chi rientra in Svizzera dopo aver soggiornato in tali zone, tocca adesso pure il Land di Salisburgo e quello del Burgenland, nell’est del Paese. Figuravano già sulla lista Alta Austria, Bassa Austria e l’area di Vienna. Inoltre, l’elenco dell’UFSP comprende ora altre sette ulteriori nazioni, per un totale di 61, ovvero Russia, Slovacchia, Georgia, Canada, Iran, Giordania e Tunisia. L’incidenza della malattia è invece scesa in Bolivia, Suriname, Trinidad e Tobago, Repubblica Dominicana e Namibia: la Svizzera ha perciò stralciato questi paesi dalla lista nera.

I motivi

Dal 12 ottobre pertanto chi entrerà in Svizzera provenendo da Campania, Sardegna e Veneto, oltre che dalla Liguria, dovrà mettersi in quarantena.  La Liguria era nella lista nera già lo scorso 25 settembre. Al momento l’Ufficio federale della sanità pubblica Svizzera ha inserito nell’elenco dei luoghi considerati ad alto rischio di propagazione del contagio 61 Paesi e 28 regioni. Il nuovo elenco sarà aggiornato e diventerà operativo dal 12 ottobre. Oggi, però, la Confederazione ha lanciato una nuova campagna di prevenzione, per contrastare la propagazione dell’epidemia di Covid-19, poiché i casi sono in aumento. Secondo quanto comunicato dall’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp), le nuove infezioni da coronavirus confermate nelle ultime 24 ore sono 1487. Era da fine marzo-inizio aprile che non si registravano livelli simili nel Paese.

I nuovi casi sono in aumento

Il cantone con più casi è Vaud, con oltre 2000 infezioni- apprendiamo da Repubblica – mentre Appenzello Interno (16105 abitanti) è il meno colpito, con meno di dieci contagi. Rispetto alla popolazione, il cantone più colpito è invece il Ticino. Nel cantone italofono a sud delle Alpi era stato registrato, lo scorso 25 febbraio, il primo caso di coronavirus in Svizzera. La nuova direttrice dell’Ufsp, Anne Lévy, entrata in carica il primo ottobre ha detto: “Siamo ben preparati per affrontare i prossimi mesi”, e nella conferenza stampa è stato anche annunciato che la Svizzera è interessata allo sviluppo di 12 vaccini.

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica