Coronavirus, record di contagi: 3678. Conte, Azzolina, Zingaretti e De Luca sulla graticola

mercoledì 7 Ottobre 18:55 - di Bianca Conte
Coronavirus record di contagi

Coronavirus: è record di contagi. I numeri di oggi, resi noti dal ministero della Salute, segnano un inquietante salto in avanti delle infezioni. Nella giornata del boom di nuovi positivi, sono 3678 i nuovi casi di coronavirus in Italia. E mentre le terapie intensive tornano a riempirsi. Il bollettino quotidiano continua ad aggravare cifre e riscontri dei suoi resoconti, il governo e regioni sembrano andare in ordine sparso.

Coronavirus, record di contagi: governo nelle peste

Con Conte passato dall’auto-promozione al silenzio. Sparito per un po’ dai media e riapparso solo per smentire le voci sulla possibilità di nuovi lockdown. Speranza che dice A, e Sileri che ribatte B. Il sindaco De Magistris che accusa il governatore De Luca di parlare solo di lanciafiamme, senza fornire risposte al dramma della inefficienza sanitaria. Mentre sull’infuocato fronte scuola, la ministra Azzolina, ha passato gli ultimi mesi solo ad arrovellarsi sui banchi a rotelle come panacea di tutti i mali; e gli ultimi giorni a preoccuparsi di smentire e aggiustare i numeri dei contagi negli istituti. Zingaretti, poi, non pervenuto: come se il governo della Regione (a partire dall’emergenza sanitaria) non fosse affar suo… E tutto a fronte di un inesauribile dibattito in corso tra virologi e politici intestato al tema: mascherina si o no. Anche all’aperto, o solo al chiuso. Mentre spot e effetti speciali della propaganda governativa implodono sotto i colpi inferti da una inquietante recrudescenza dell’epidemia.

Il bollettino: 3678 nuovi casi di infezione e 31 morti

Recrudescenza dell’epidemia che, nelle ultime 24 ore, ha portato i contagi all’aumento record di 3678 nuovi infetti. Il dato sulle vittime si aggiorna ad altri 31 morti, che portano il totale dei decessi dall’inizio dell’emergenza a 36.061. Da ieri sono stati eseguiti oltre 125.000 tamponi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 337, con un incremento di 18 unità. Nessuna regione è a zero contagi. Ma il drammatico primato quotidiano spetta alla Campania (+544 casi).

Nessuna regione è “Covid free”

Era da aprile che non si leggevano cifre e dati allarmanti come quelli di oggi. Non solo: stando al report odierno relativo all’andamento locale dell’infezione, dovremo partire dalla considerazione che nessuna regione può dirsi ad oggi a zero contagi. Non solo: ben cinque di esse hanno almeno trecento nuovi casi. E come anticipato, ancora una volta è la Campania a far segnare l’incremento maggiore delle infezioni: con 544 nuovi casi. Seguita dalla Lombardia (520). Dal Veneto (375). Dal Lazio (357) e dalla Toscana (300). Incrementi consistenti si registrano anche in Piemonte (+287), Sicilia (213), Puglia (196) ed Emilia Romagna (193). Nessuna regione, insomma, può ad oggi definirsi Covid free.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica