Torino, badante peruviana tenta di uccidere un 88enne facendogli bere liquido antigelo per auto

venerdì 11 settembre 8:20 - di Paolo Sturaro
badante

Dovrà rispondere di tentato omicidio. Una badante peruviana 46enne – residente in bassa Valsusa – è agli arresti domiciliari. I carabinieri la ritengono responsabile di aver fatto bere del liquido antigelo per auto a un anziano 88enne. Avrebbe agito per ragioni di natura economica.

La badante aveva accompagnato l’anziano in ospedale

L’indagine è stata avviata nel giugno del 2019 quando l’anziano era stato ricoverato in ospedale in gravi condizioni. Aveva ingerito del liquido antigelo per motori, scambiato per una bevanda all’interno di una bottiglia. Ad accompagnare l’uomo all’ospedale era stata proprio la badante. L’anziano ha avuto un lungo ricovero in prognosi riservata. Solo da poco tempo aveva infatti ripreso le normali abitudini di vita.

Il movente legato a questioni economiche

Dagli accertamenti degli investigatori, il movente sarebbe connesso a questioni di natura economica. Nello specifico, nel 2016 la donna aveva accompagnato l’anziano da un notaio inducendolo a cederle gratuitamente la nuda proprietà della sua abitazione. Però l’anziano non aveva compreso la natura di quell’atto e non era stato informato l’amministratore di sostegno da cui l’anziano era assistito.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica