“Sbrigati a guarì, se no te gonfio”. Totti visita la calciatrice laziale uscita dal coma grazie alla sua voce

28 Set 2020 14:51 - di Elsa Corsini

“Sbrigati a guarì”, “te vengo a trova’ a casa quando parli e cammini” . “Migliora se no te gonfio”. Battute scherzose, sorrisi e tanta commozione per Francesco Totti. Che questa mattina è andato a fare visita a Ilenia Matilli, la giovane calciatrice della Lazio (ma tifosissima della Roma) che dopo 9 mesi di coma si è risvegliata grazie a un videomessaggio dell’ex capitano giallorosso.

Totti incontra Ilenia al Gemelli : sbrigati a guarì

“Ilania, non mollare, ce la farai, siamo tutti con te“. Un miracolo, una festa a lungo attesa. “La voce di Totti ha immediatamente fatto scattare qualcosa dentro. Battiti in aumento con la voce dell’ex capitano e un risveglio graduale”, scriveva quattro giorni fa il Corriere dello Sport. Oggi l’incontro dal vivo al Policlinico Gemelli di Roma, dove la ragazza è ancora ricoverata.

Battute, selfie e commozione

Ilenia ancora non parla, ma si fa capire bene a gesti, oppure usa una tavoletta per scrivere. La visita del Capitano l’ha un po’ scombussolata, racconta soddisfatto Luca Padua, docente di riabilitazione all’università Cattolica. Il lungo incontro con Totti, oltre un’ora e mezza, è avvenuto in un clima “giocoso tra battute e selfie. Ma anche molto commovente per Ilenia che ora è frastornata. E credo molto commovente anche per Totti“. Il campione romanista non è mai entrato in reparto, come prevedono le norme anti-Covid. L’incontro si è tenuto in Sala riunione, dove Ilenia è stata portata assistita dallo staff.

“E’ stato emozionante?”, chiedono i giornalisti. “Più per lei devo dire. Mi ha sorriso, mi ha abbracciato e si è messa a piangere “, risponde Totti. “A saperlo prima l’avrei fatto prima”, dice a chi gli fa notare gli effetti della sua voce sulla potenza cardiaca della ragazza. “Ci siamo dati appuntamento per rivederci fuori dall’ospedale”.

Il medico: è una ragazza unica, la nostra mascotte

Durante l’incontro Ilenia ha scritto al suo idolo ‘Ti amo’. Il gioco e lo scherzo sono stati i protagonisti assoluti dell’incontro. “E con lei è facile – racconta Padua – perché è una persona terribilmente solare. Non so che risorse abbia tirato fuori questa ragazza. Con lei si è creato un legame affettivo anche nel reparto. E’ una ragazza unica e la nostra mascotte”. Inevitabilmente la rivalità Lazio-Roma è stata al centro delle battute tra Ilenia e Totti. La ragazza infatti, calciatrice della Lazio, è sempre stata una tifosa romanista. I due, durante l’incontro, si sono scherzosamente alleati contro il papà della ragazza, laziale doc. “L’ex capitano non immaginava una situazione così drammatica – conclude il medico – ma alla fine il clima era molto allegro. Totti ha avuto una grande capacità di gestire una situazione non facile”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA