Renato Zero festeggia i suoi primi 70 anni. Gli auguri della Meloni e quel “Più su” che le portò fortuna…

mercoledì 30 Settembre 15:50 - di Marta Lima

Buon compleanno, Renato Zero. Il popolare cantante romano festeggia oggi una ricorrenza su cui sono puntati gli occhi di tutto il mondo artistico, anche per la contemporanea uscita di tre nuovi dischi, il primo dei quali, “Zerosettanta – Volume Tre”, esce proprio oggi.

Renato Zero festeggiato da 1 milione di telespettatori

Ma i dischi del progetto “Zerosettanta” sono tre, per un totale di oltre 40 brani inediti, ed usciranno il 30 di ogni mese, a settembre, a ottobre e a novembre. Renato Fiacchini ha festeggiato i suoi 70 anni con uno show in prima serata, su Canale 5 che ha fatto registrare 1 milione 570mila spettatori con il 10,5% di share. Una serata nel coeso della quale sono andate in onda le immagini dei due incredibili concerti sold out tenuti da Renato Zero al Forum di Assago di Milano l’11 e il 12 gennaio del 2020 poco prima “della chiusura del mondo” con ospiti speciali: Sabrina Ferilli, Giancarlo Giannini, Alessandro Haber, Monica Guerritore, Serena Autieri, Gabriele Lavia, Anna Foglietta, Giuliana Lojodice e Vittorio Grigolo.

‘Volume Tre’ si apre con ‘Il linguaggio della Terra‘, con l’Orchestra Italiana del Cinema, i cui arrangiamenti sono scritti e diretti dal Maestro Adriano Pennino, che accompagna in maniera maestosa un testo che racconta di quanto sia prezioso vivere in sintonia con il mondo e che è magistralmente sorretto da pianoforte ed archi. Un altro capolavoro dell’artista romano…

Gli auguri di Giorgia Meloni

“Oggi compie 70 anni il mitico Renato Zero. Auguri a un grande artista italiano che ha emozionato tante generazioni e che ancora oggi continua a entusiasmarci con la sua straordinaria musica”. La leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, fa così gli auguri, in un tweet, al cantante romano il cui noto brano “Più su” venne scelto appunto dalla Meloni per il finale del congresso di Fratelli d’Italia-An a Fiuggi nel 2014, con queste parole. Un inno che le ha indubbiamente portato fortuna…

“Allora signori, e concludo. Oggi si riparte. Noi ricostruiamo. L’importante è guardare sempre dove si vuole andare, cioè in alto. Spingiamo ogni giorno l’asticella dei nostri sogni un po’ più su. Come il titolo di quella che è forse la più bella canzone di Renato Zero, che dice:

‘Canto e piango pensando che un uomo si butta via,
Che un drogato è soltanto un malato di nostalgia,
Che una madre si arrende ed un bambino non nascerà,
Che potremmo restare abbracciati all’eternità…
Sveleremo al nemico quel poco di lealtà,
Insegneremo il perdono a chi dimenticare non sa,
La paura che senti è la stessa che provo io,
Canterai e piangerai insieme a me,
Fratello mio…’ Grazie!”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica