Reggio Calabria: extracomunitario molesta una studentessa, poi  aggredisce i poliziotti

lunedì 28 Settembre 10:08 - di Liliana Giobbi
Reggio Calabria

Tensione a Reggio Calabria, a Villa San Giovanni. Un extracomunitario africano ha molestato una studentessa appena sbarcata da una nave proveniente da Messina. Gli operatori della Polizia ferroviaria l’hanno arrestato. Deve rispondere ai reati di resistenza e violenza a Pubblico ufficiale. Inoltre, di danneggiamento e atti osceni in luogo pubblico.

Reggio Calabria, la violenza dell’extracomunitario

L’extracomunitario era nei pressi della stazione ferroviaria. Quando visto la ragazza, subito l’ha presa di mira. Inizialmente l’ha avvicinata rivolgendole pesanti apprezzamenti. Poi, all’improvviso, è scattata la furia. Ha infatti tentato di avere il contatto fisico spingendola con forza verso un muro. Mo,menti di grande paura, per la giovane, che ha tentato di difendersi.

L’intervento di un ormeggiatore

A correre in aiuto della ragazza è stato un ormeggiatore. Il suo intervento ha fatto indotto l’aggressore a mollare la presa e ad allontanarsi per fuggire. Gli agenti hanno immediatamente iniziato le ricerche e l’extracomunitario è stato individuato e portato negli uffici della polizia.

L’aggressione ai poliziotti

Ma qui l’uomo si è scatenato e ha danneggiato gli arredi, per poi aggredire gli uomini in divisa. Gli agenti l’hanno immediatamente bloccato e arrestato. L’aggressore è stato giudicato con rito direttissimo e tradotto presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria, in regime di custodia cautelare.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica