Le lugubri previsioni di Ricciardi: lockdown totale in Francia. Lazio e Campania hanno perso il controllo

lunedì 28 Settembre 13:35 - di Redazione
Walter Ricciardi

Quando si dice il catastrofismo: Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Speranza, vede un futuro di quarantene, confinamenti, mascherine obbligatorie. Logico che sia così, visto che il governo si appresa a procrastinare lo stato d’emergenza fino a fine anno. C’è solo da sperare che le previsioni del supermanager venagno smentite dai fatti e dalla cautela degli italiani.

In Francia lockdown prima di Natale

In particolare Ricciardi, intervistato da La Stampa, fa previsioni assai lugubri sulla Francia che a suo avviso ha bisogno di un lockdown generale prima di Natale. Sull’ipotesi lockdown in Italia spiega poi: “Il lockdown generale spero sia difficile, ma tutto dipende dai comportamenti degli italiani. Se saremo bravi non ne avremo bisogno, anche se in alcune zone si sta perdendo il controllo come in Lazio o in Campania”. Sulle differenze tra Francia e Italia precisa: “Ci sono delle differenze, per esempio in Francia non c’è la quarantena obbligatoria o in Inghilterra solo da poco le mascherine vanno indossate dal personale dei ristoranti. Certo Spagna, Israele, Belgio, Olanda e Danimarca peggiorano e purtroppo non esiste una strategia comune. L’unica possibilità è limitare i movimenti delle persone da e per gli stati compromessi”.

Peggioramento tra due settimane

Tra due settimane, a suo avviso, ci sarà “un peggioramento della situazione, spero – dice – non intenso, con più pressione sugli ospedali anche per l’arrivo di raffreddori e influenze. Per questo è importante il richiamo alle precauzioni e il vaccino antinfluenzale per tutte le età. Va anche ripresa la app Immuni, che consente un tracciamento digitalizzato più tempestivo di quello manuale”. Piccolo particolare: il vaccino antinfluenzale non c’è ancora e già c’è allarme per la carenza di dosi.

Due ospedali su tre sono inadeguati

Non è la prima intervista pessimistica che Ricciardi rilascia negli ultimi giorni. Anche al Messaggero aveva parlato di situazione al limite in Italia. In altre parole se i contagi dovessero crescere ancora secondo Ricciardi andranno prese misure più drastiche. E alla domanda sulla capacità delle strutture sanitarie di reggere l’urto aveva così risposto: “Almeno 2 ospedali su 3 sono inadeguati. Alcune regioni come l’Emilia, il Veneto, anche il Lazio, sono messe bene. Altre sono molto indietro, è allarmante.Le terapie intensive sono preparate, abbiamo raddoppiato i posti. Per le sub-intensive sono preoccupato. Il potenziamento è avvenuto a macchia di leopardo”. Viene da dire: cosa ha fatto il governo in otto mesi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Paolo 29 Settembre 2020

    Il governo ,in otto mesi, ha fatto solo cazzate.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica