La Gruber zittita in diretta : Floris sbeffeggia la sinistra a “Otto e mezzo”. E lei incassa in silenzio (video)

venerdì 11 settembre 17:34 - di Gabriele Alberti

Lilli Gruber fa autogoal. L’espressione di Giovanni Floris è di ghiaccio. Una domanda senza senso politico da parte della faziosa conduttrice  si rivela un boomerang contro la sinistra.  Da quando ha ripreso il suo Otto e mezzo su la 7 tenta di strappare ai suoi ospiti dichiarazioni incendiarie contro il centrodestra. Ma non le riesce. Queste prime puntate non mantengono le premesse che la conduttrice auspicherebbe attraverso il suo “casting”. Ci aveva provato anche con Cacciari a fare una domandina imbarazzante sulla malattia di Berlusconi. Ma il filosofo non c’era cascato. Non le aveva neanche risposto, fingendo un difetto nell’audio. Presa in giro in maniera palese.

Gruber: “Al referendum è più di sinistra votare sì o no?”

A Floris la Gruber ha chiesto: “Al referendum è più di sinistra votare sì o no?”. Giovanni Floris sembra sulle prime  un po’ spiazzato, per non dire sgomento. Ma non perché fosse impreparato, ma proprio perché trattasi di domanda futilmente irrilevante dal punto di vista politico. “Non credo sia di destra o di sinistra votare sì né no, è un tema che riguarda tutti”, risponde infatti Floris. “Quasi tutte le forze politiche si sono espresse per il sì, né penso che possa essere politico o anti-politico dire sì o no: stiamo parlando di quanti sono i parlamentari e non di cosa fa il Parlamento”. Gelo tra i due

Floris sbeffeggia la sinistra e Lilli zitta…

La Gruber con le pive ne sacco non è riuscita a strappare all’interlocutore qualche osservazione che mettesse in imbarazzo la destra o acuisse presunte divisioni all’interno del fronte delle opposizioni. Anzi, si è sentita rispèondere che la sua domanda era fasulla, in fondo. Che umiliazione. Ascolta in silenzio. Delusa e perplessa.  L’avevamo vista così rabbuiata solo quando l’architetto Fuksas aveva elogiato la Meloni. Abituati a vederla con la frusta in mano a fustigare Salvini o la leader di FdI, ora stupisce vederla in disarmo con l’aria da reginetta stizzita.  Non solo, le tocca anche ascoltare le ironie corrosive di Floris contro l’atteggiamento del Pd e della sinistra: “Tutt’al più può essere di sinistra dividersi. A destra non ci si pone il problema, Salvini e Meloni dicono sì e lì finisce. A sinistra invece nascono dubbi come quelli delle sardine”. E’ troppo. La Gruber passa ad altro. Sarà per un’altra volta.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica