Set 17 2020

Girolamo Fragalà @ 10:25

La grillina Lombardi attacca M5S e Pd: «Siete affetti da “stocazzismo”, non pensate a cose serie»

«Gentili colleghi del Movimento 5 Stelle e del centrosinistra al governo con M5S, con questo video mi rivolgo a voi. Non posso chiamare ognuno di voi quindi mi affido alle nuove tecnologie». Lo dice la consigliera regionale del Lazio, esponente M5S, Roberta Lombardi, in un video postato sulla sua pagina Facebook. «Io sono un osservatore esterno, poiché sono un consigliere regionale di opposizione e non ho sicuramente le vostre responsabilità».

Lombardi e la “bolla di palazzo”

«Ma mi sento ancora portavoce. Con portavoce intendo che noi abbiamo un tempo determinato nel quale portiamo all’interno delle istituzioni la Voce dei cittadini che hanno dato a noi un mandato elettivo, corrispondente ad un programma elettorale, cercando di portare avanti quel programma. Perché, poi, finito il mandato non rimani nella “bolla di palazzo” e torni alla vita reale. Io ricordo a tutti i colleghi che ormai si sentono affetti da “stocazzismo” devono fare cose utile per i cittadini».

«Basta con le cose che non interessano a nessuno»

«Dopo aver letto la rassegna stampa su schieramenti, alleanze e rimpasti», aggiunge la Lombardi, «vi dico sommessamente che non interessa a nessuno. Non interessa a nessuno se la segreteria di Zingaretti è in bilico. E non interessa a nessuno se la leadership del M5S sarà con la punta al centro, la difesa a cetanaccio e il centro campo da un’altra parte. Non gliene frega niente a nessuno e credo che sia offensivo nei confronti dei cittadini che adesso sono assolutamente disperati e che ora hanno bisogna di una guida seria».

Quelle due “cosine” da fare…

«Poi nei prossimi giorni», incalza la Lombardi, «abbiamo proprio due “cosine” da fare. Ma proprio due, tipo: presentare e iniziare la trattativa con l’Ue per i progetti finanziati con i 209 miliardi del Recovery Fund, e, per dire, scrivere la legge di stabilità, che sarà cruciale».

Lombardi: non si passi per chiacchieroni

«Con questi due piccoli impegni che dovranno soddisfare l’interesse vero dei cittadini -sottolinea la consigliera- si dovrà pensare alle cose davvero importanti. Ovvero ai diritti dei cittadini come il lavoro, la salute, la casa. Ecco queste sono le cose di cui si dovrebbe parlare nei talk show. E faccio un appello: mostriamo che la buona visione di politica data durante l’emergenza non sia stata solo un lampo nella notte. Mostriamo, senza giochini di palazzo, che possiamo portare i cittadini fuori da questa fase buia. Abbiamo la possibilità di far vedere che non siamo dei chiacchieroni. Questa è la sfida, io vi aspetto. Voglio vedere», conclude.