«Ecco la famosa cozza pugliese (quella più piccola)»: l’autoironia della Meloni conquista il web

venerdì 18 Settembre 15:50 - di Hoara Borselli
Cozza pugliese

Giorgia e quel mollusco di prima qualità hanno una storia di  che le rende uniche, vive. Veraci! Così Giorgia inconsapevolmente fa nascere una storia di comprensioni e incomprensioni con con questo buonissimo mollusco, che prende bonariamente in giro e che lo racconta come una favola alla sua bimba.

Giorgia e la cozza, storia infinita…

È il 2014, il tweet della Meloni: “Ogni volta che esce un manifesto decente tutti a dire che è ritoccata… È ufficiale il mondo mi considera una cozza…”.
Nel 2016 alla vigilia delle amministrative a Roma, invece di confrontarsi sulla proposta politica vera e concreta, ancora polemiche sterili sull’ultizzo di Photoshop per i suoi manifesti elettorali. Fosse quella la cosa importante. Ma quando non sai dove attaccarti, scavi nel vuoto e lei con altrettanto sarcasmo e voglia di prendersi in giro risponde con un contagioso sorriso.

È il 2019 e arriva l’odio violento e senza senso di Asia Argento, Oliviero Toscani, Carlo Calenda, che insultano volgarmente Giorgia fisicamente. Roba da far impallidire e impazzire la Sinistra.  Ma Giorgia di Sinistra non è e a lei dev’essere concesso tutto. L’incoerenza Sovrana dall’altra parte. E la Meloni invece di rispondere in maniera bassa come loro, ritorna da quel mollusco simpatico e con un Twitter risponde semplicemente e senza odio “Sarò anche una cozza, ma non insulto nessuno”.

Gene Gnocchi zittito con il senso dell’umorismo

Qualche giorno fa la Meloni ere ospite di Quarta Repubblica su Rete4. Gene Gnocchi, ospite e comico fisso del programma, in una distopica descrizione di una biografia sui generis, abbozza con la Meloni : “Si è diplomata con il massimo dei voti, anche se già allora si dice che utilizzasse Photoshop”. Ancora… che noia!!. Ma puntuale arriva la risposta della Meloni: “Sottintendi che sono una cozza?”. C’è un mondo, più di un mare, dietro quella frase.

Meloni, quel post dalla Puglia è da applausi

E poi arriva quella scatto gioioso in Puglia, alla vigilia delle regionali. Convinta, fiera del suo percorso e di tutto quello che sta costruendo con una bella cozza verace in mano, la descrizione è da applausi: “Ecco la famosa cozza pugliese (quella più piccola in foto 😂)”.
Ironica, divertente, Giorgia ha fatto pace, con quel ‘muscolo’ presente in tante battaglie. Anche se in fondo non ci ha mai litigato. Quel sorriso è pronto a conquistare ancora così tanto a livello politico.

“Brava, rovini il fegato a quelli di sinistra”

Tanti i commenti a sostenerla in questo clima tensivo e d’esasperazione su un odio a destra che è pura ideologia. C’è chi scrive altrettanto ironicamente: “La tua ironia rovina i fegati di quelli a sinistra”….”Brava Giorgia oltre che intelligente sei anche simpaticissima!’”. “Sei una donna libera, intelligente. Anche autoironica. Perfetto per un futuro premier”. Ma soprattutto qualcuno ricorda che “ora più che mai i pugliesi hanno bisogno di  un cambiamento’’.
La pasta è sul fuoco, le cozze ci sono, i commensali sono attesi alle urne. Buon appetito… Ops… Buon vuoto a tutti!

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica