Torino, immigrati marocchini aggrediscono con le pietre un paziente appena uscito dall’ospedale

lunedì 10 agosto 10:20 - di Roberto Mariotti
immigrati marocchini

Non si fermano le aggressioni a Torino, protagonisti gli immigrati marocchini. Un uomo con il braccio ingessato aveva fatto una visita di controllo all’Ospedale San Giovanni Bosco. Subito dopo, è andato al parcheggio e aveva ancora in mano i fogli di dismissione e una banconota di 20 euro.

Gli immigrati marocchini pretendono i soldi

Alcuni  immigrati marocchini, uno davanti e due che lo seguivano a distanza, hanno visto i soldi e gli hanno sbarrato la strada. Uno di loro – trentacinquenne – ha detto alla vitti,a di lavorare come parcheggiatore abusivo e quindi di versargli un “contributo” per aver controllato l’auto. L’uomo ha risposto di no e a quel punto lo straniero ha tentato di strappargli la banconota da 20 euro che aveva in mano, facendola però cadere a terra.

La colluttazione e le minacce con le pietre

L’aggressore ha cercato allora di rifarsi sul borsello dell’uomo, ma è riuscito solo a rompere la fascia di ancoraggio del gesso. A quel punto scoppia una colluttazione ma è uno degli immigrati marocchini ad avere la meglio riuscendo a impossessarsi del denaro. E quando la vittima ha tentato una reazione, l’hanno minacciata con delle grosse pietre.

La vittima fugge all’interno dell’ospedale

Vista la situazione com’era degenerata, l’uomo è fuggito all’interno dell’ospedale e ha chiamato le forze dell’ordine. Immediato l’intervento degli agenti,

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica