Sgarbi si scaglia contro Scanzi: «Giù la maschera, sei solo un leccac***, cazzaro a 5 stelle»

giovedì 13 agosto 11:10 - di Giorgia Castelli
Sgarbi

Continua lo scontro a distanza tra Vittorio Sgarbi e Andrea Scanzi. Non è uno scontro morbido, volano parole grosse. Stavolta è il critico d’arte a colpire duro: «Giù la maschera, leccaculo di regime», dice senza mezzi termini. Alcuni giorni fa, infatti, Scanzi lo derideva per una foto in cui Sgarbi era intento in una “ricerca” all’interno del suo naso. Adesso il deputato del gruppo Misto passa al contrattacco e si “vendica” con frasi molto dure. Il commento si riferisce alla tristemente famosa foto che Scanzi si era fatto scattare con il premier Giuseppe Conte. Il riferimento, però, sembra più che altro anche al selfie scattato senza mascherina in Sardegna dalla penna del Fatto quotidiano  in compagnia di Luigi Di Maio.

Sgarbi a Scanzi: sei un cazzaro a 5 stelle 

Sgarbi definisce il giornalista un «cazzaro a 5 Stelle». Scanzi aveva tentato di difendersi. «Solo per il selfie», aveva precedentemente detto, «ci siamo tolti la mascherina. Non ci siamo stretti la mano, ma dopo aver cenato assieme ci pareva lecito fare un selfie senza mascherina (per poi rimetterla subito)». Una versione a cui pochi hanno creduto. Di sicuro non Sgarbi e nemmeno il popolo del web, che ha risposto con sfottò e commenti.

Lo scontro “mitico” dello scorso febbraio

Famoso resta lo scontro tra i due del febbraio scorso. «Una brutta copia di Giuseppe Cruciani, tale Antonio… Scanzi. Capelli dritti e un po’ di fondotinta per tentare di apparire più giovane. Mostra una così sgradevole forma di disprezzo per le donne di 50 anni come se fossero colpevoli di avere un’età che forse oggi è anche la sua». In un video pubblicato sul suo canale Youtube, così Sgarbi aveva attaccato Scanzi. «L’età è una colpa? Le 50enni sono guardate da lui dall’alto dei suoi 40 anni», aveva aggiunto lo storico e critico d’arte». Poi aveva aggiunto: «Pensate che cervello, che razzismo e che mancanza di rispetto».

Sgarbi: «È una capra e basta»

«Io che l’ho massacrato in tv, capra com’è, convinto di aver fatto chissà quale combattimento», aveva incalzato Sgarbi. «Ora lui è spesso ospite di Lilli Gruber. Sappi Lilli che lui ti disprezza in quanto 50enne, lei – donna piena di intelligenza e fascino – lo ospita nonostante lui veda le 50enni come delle befane. Vieni in tv con me, Scanzi, che ti mangio vivo, capra nana», aveva concluso.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica