Roma, nomadi in azione nel centro storico: furto negli appartamenti, ma stavolta vengono beccate

giovedì 6 agosto 8:24 - di Edoardo Valci
nomadi

I carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno denunciato due ragazze nomadi, di 22 e 19 anni, entrambe già note alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentato furto aggravato in concorso.

Le nomadi stavano forzando la serratura di un portone

I militari hanno notato le due aggirarsi con fare sospetto tra le vie del centro storico e le hanno seguite per un breve tratto. Gli appostamenti hanno dato il risultato. Infatti hanno sorpreso le ragazze nomadi mentre cercavano di forzare la serratura del portone di un’abitazione in via della Fontanella Borghese. Immediatamente i carabinieri le hanno bloccate e identificate, sequestrando tutto ciò che avevano nei loro zaini. E cioè, una lastra artefatta, due cacciaviti, una chiave inglese e un paio forbici.

L’ordinanza riguardante la 19enne

Portate in caserma le complici sono state entrambe denunciate a piede libero all’Autorità Giudiziaria. Durante gli accertamenti è emerso, però, che la 19enne era colpita da un’ordinanza di sostituzione di misura cautelare della permanenza in casa con quella del collocamento in comunità. Ordinanza emessa in data 17 settembre 2019, dal Tribunale per i Minorenni di Genova. Perciò l’hanno accompagnata presso una comunità a Cisterna di Latina.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica