Roma, follia sull’Aurelia: immigrato palpeggia una ragazza e si masturba nel cortile dei carabinieri

domenica 16 agosto 10:43 - di Roberto Mariotti
Aurelia

Violenze continue a Roma, stavolta sull’Aurelia. Un immigrato ha prima palpeggiato una ragazza, che era assieme alla madre. Poi l’ha pedinata. Impaurite le due donne si sono rifugiate nella caserma dei carabinieri dove il giovane 21enne le ha seguite. Senza rendersene conto si è trovato nel cortile della stazione dell’Arma mentre era ancora intento a masturbarsi. Alla fine è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale un giovane della Nuova Guinea.

Le molestie sulla via Aurelia

Madre e figlia camminavano tranquillamente in strada sulla via Aurelia, zona Baldo degli Ubaldi. Il giovane si è avvicinato alla ragazza e l’ha molestata. Come riporta RomaToday, le due donne hanno visto che l’immigrato si toccava con le mani le parti intime nei pantaloncini. Quindi hanno iniziato ad allontanarsi velocemente, rifugiandosi nella stazione dei carabinieri di Madonna del Riposo.

Nel Comando dei carabinieri

Le donne sono state soccorse dai militari dell’Arma sull’Aurelia. Subito dopo è arrivato il molestatore. Senza rendersi conto di essere finito in trappola, le ha seguite sin dentro il Comando. Con ancora le mani nei pantaloncini, i carabinieri lo hanno quindi rinchiuso nel cortile della stazione per poi fermarlo in flagranza di reato.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica