Panico al Duomo di Milano: immigrato minaccia col coltello una guardia e la fa inginocchiare

mercoledì 12 agosto 15:18 - di Redazione
Duomo di Milano

Panico nel Duomo di Milano, dove  in pieno giorno un immigrato  ha minacciato col coltello una guardia giurata. Decisivo l’intervento di  un funzionario di polizia, che ha convinto l’uomo a rilasciare l’ostaggio e a consegnarsi. Pochi minuti di ordinaria follia. Quando il vigilante si è avvicinato all’immigrato, a pochi passi dall’altare, il magrebino gli ha puntato il coltello alla gola. Poi lo ha fatto  inginocchiare davanti a se. Circondato dagli altri agenti di guardia, ha poi abbandonato l’arma e si è fatto arrestare. Il pool antiterrorismo della Procura di Milano è ora al lavoro e sta  indagando per terrorismo.

Panico al Duomo di Milano

Secondo una prima ricostruzione – come sui legge sul Giorno – l’uomo era stato poco prima trovato seduto sulle scale del Duomo. Prima che la pattuglia a piedi si apprestasse a chiedergli i documenti è fuggito dentro la cattedrale. E’ stato inseguito e l’uomo si è  nascosto nei pressi dell’altare. Qui è stato notato da una guardia giurata di un istituto di vigilanza che lavora per la Fabbrica del Duomo. Quando il vigilante si è avvicinato il magrebino  ha estratto il coltello, glielo ha puntato alla gola e lo ha fatto inginocchiare. Agenti, militari e funzionari della Polizia di Stato  hanno cominciato a parlargli per convincerlo a lasciare andare l’ostaggio. Poteva accadere il peggio in quei pochi minuti . Poi  è bastato un attimo di distrazione e gli agenti hanno colto l’attimo e  lo hanno disarmato e immobilizzato.

Non si esclude un atto terroristico

Portato in questura per le procedure di identificazione, avrebbe riferito di essere di origine egiziana. Non è chiaro, pare infatti, che si tratti di un magrebino e dice di essere nato a Londra. Leb sue generalità dovranno  essere verificate con accertamenti sulle sue impronte digitali. Il coltello è stato sequestrato. La guardia giurata non ha riportato lesioni particolari. Il 118 è intervenuto alle 13.12, ma non è stato necessario il trasporto dell’ostaggio al pronto soccorso. Si è trattato di pochi minuti, durante i quali l’intera cattedrale e la piazza sono state cinturate da un cordone di militari e forze dell’ordine. Accorse sul posto anche le unità dell’anti-terrorismo: non è stato escluso che potesse trattarsi di un atto terroristico.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica