Milano, immigrato marocchino colpisce un uomo con un pugno in faccia e lo minaccia con il coltello

giovedì 6 agosto 9:08 - di Liliana Giobbi
immigrato marocchino

Momenti di forte tensione a Milano. Un immigrato marocchino di 18 anni cerca di rubare una carica batteria per cellulare a un venditore ambulante. L’uomo si accorge delle intenzioni del giovane e cerca di opporti al tentativo di furto. Di tutta risposta il diciottenne lo colpisce con un pugno in pieno volto e lo minaccia con un coltello.

L’immigrato marocchino finisce nel carcere di San Vittore

Una guardia giurata si accorge di quel che sta accadendo, vede l’ambulante aggredito con violenza e chiama gli agenti in servizio alla Stazione di Milano Centrale. La Polfer arriva in piazza IV Novembre e arrestano l’immigrato marocchino per tentata rapina aggravata. Nel suo borsello trovano il coltello con cui aveva minacciato il venditore. Ora è nel carcere di San Vittore.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica