Lollobrigida a Tridico: «I grillini sapevano dei furbetti del bonus prima di tutti. Gliel’hai detto tu?»

lunedì 10 agosto 17:43 - di Guglielmo Federici
furbetti

Troppe cose non tornano sul bonus dato ai parlamentari furbetti. Fratelli d’Italia vuole vederci chiaro. Il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera Francesco Lollobrigida punta il dito contro il numero uno dell’Inps, Pasquale Tridico. Già Guido Crosetto lo aveva chiamato in causa non tanto velatamente con argomenti corcostanziati. Ora FdI incalza: vuole sapere che ruolo ha giocato il presidente del nostro istituto previdenziale, nominato proprio dal M5S. Pur condividendo gli appelli a rendere pubblici i nomi dei furbetti,  Lollobrigida ritiene oltremodo grave che i dati personali “siano forniti da importanti burocrati a chi li ha nominati per essere usati contro gli avversari”.

Lollobrigida: “Fico, dai il buon esempio sulla trasparenza”

Per questo, secondo Lollobrigida,  “sarebbe utile sapere come mai dalle prime ore della giornata di ieri – e alcuni dicono anche da più tempo – autorevoli esponenti del M5s già conoscessero le appartenenze politiche dei  furbetti. Tridico glieli ha fatti avere ‘riservatamente’? Altrimenti spieghi come sono usciti”.

Tridico deve chiarire sui furbetti

A questo punto urgono spiegazioni.  Lollobrigida non usa perifrasi e inchioda Tridico con una domanda diretta che aspettiamo tutti; e risponde anche all’appello del presidente della camera Roberto Fico sulla trasparenza richiesta ai partiti. la trasparenza deve valere anche per i 5S: “Cominci  lui a dare l’esempio facendo conoscere i nomi dei deputati grillini che qualche mese fa si iscrissero al concorso per essere assunti alla Camera. Sapendo che lui stesso avrebbe presieduto la commissione di esame”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica