Conte scatena i suoi esperti per bloccare elezioni e scuole. Ricciardi: “Se i contagi non si fermano…”

giovedì 20 agosto 12:47 - di Monica Pucci

Gli esperti di Conte, i membri del Cts e i vari consulenti del governo, sono all’opera per seminare pillole di terrorismo sul Covid con l’obiettivo, a quanto pare, di bloccare le elezioni Regionali che potrebbero dare una spallata al governo. E di non riaprire le scuole, contando sul prolungamento “sine die” dello stato di emergenza nazionale che preservi le poltrone alla fragile maggioranza giallo-rossa e scacci le ombre lunghe di Mario Draghi. La conferma arriva dalle clamorose dichiarazioni allarmistiche di Walter Ricciardi, consulente del ministro Speranza, che già adesso, a un mese dalla possibile riapertura delle scuole, si lascia andare a ipotesi catastrofistiche.

Ricciardi, Conte e le manovre per non votare

“La riapertura delle scuole è una priorità assoluta ma deve essere in sicurezza e per garantirla dobbiamo diminuire la curva dei contagi. Se questa risale la dobbiamo abbassare perché con l’aumento dei casi la riapertura delle scuole, come le elezioni regionali, sono a rischio“. Ad Agorà e all’Adnkronos Salute Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza e docente di Igiene all’università Cattolica di Roma, apre scenari inquietanti. Dobbiamo mettere sotto controllo questa curva epidemica che si è rialzata. Da noi si è rialzata poco. Ma in altri Paesi come la Spagna e la Croazia si è rialzata moltissimo. Ecco, in quei Paesi oggi non si potrebbe votare. Iin Italia ancora sì…”. Ancora? E chi lo decide il limite, Ricciardi, Conte?

Il tentativo di smentita dell’esperto di Speranza

Il docente, ex attore, cerca poi di smentire tardivamente, una volta compresa la gravità delle sue affermazioni.

“Non ho mai detto che riapertura delle scuole ed elezioni sono a rischio in Italia. Le scuole riapriranno e si sta facendo di tutto per riaprirle in sicurezza. Parlavo di altri Paesi dove la curva dei contagi si è rialzata in modo
preoccupante. In Italia, fortunatamente, non è ancora così e dobbiamo fare di tutto per tenere la situazione sotto controllo”, spiega Ricciardi.

La reazione dell’opposizione

Le manovre subdole in atto per provare a rinviare il voto erano state già denunciate ieri da Giorgia Meloni, leader di FdI. “Conte non ci provi…“. Oggi anche altri scoprono il pericolo. ”Il governo smentisca immediatamente quanto ha dichiarato il consigliere del ministro della Salute, Walter Ricciardi o è lecito pensare che sia già volontà dell’esecutivo rimandare l’apertura delle scuole e le elezioni regionali”. La prima reazione indignata, sul fronte dell’opposizione, è dei  deputati di Cambiamo con Toti, Stefano Benigni, Manuela Gagliardi, Claudio Pedrazzini, Alessandro Sorte e Giorgio Silli.
”Basta terrorismo psicologico. L’economia deve riprendere a correre e gli italiani non possono continuare a pagare il prezzo dell’incapacità di questo governo che non sa come uscire dalla crisi del coronavirus mantenendo l’Italia nell’incertezza e nella paura. Chiediamo l’intervento del Quirinale per porre un freno a questo uso strumentale dell’emergenza da parte di Conte e dei suoi ministri”, concludono i deputati.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica