Velardi insultato a “L’Aria che tira”: «Testa di c***». Il fuorionda imbarazzante scatena il web

martedì 28 luglio 19:22 - di Redazione

Episodio increscioso e imbarazzante. A volte le voci di fondo sfuggono in tv durante le registrazioni e i collegamenti. E così durante  L’aria che tira, il programma del mattino in onda su La7 i telespettaptro hanno potuto sentire un epiteto non certo lusinghiero per Claudio Velardi, ospite del programma. Il suo intervento verteva sul tema dei temi, la possibilità di ricorrere al Mes. Velardi si stava esprimendo a favore. Non era solo.  Tra gli altri ospiti figuravano il sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa, il deputato della Lega Massimo Bitonci e l’imprenditore Gian Luca Brambilla.

Gelo in studio

Ecco che a ud un certo punta risuona un fuorionda imbarazzante: “testa di c…..” , si sente forte e chiaro proprio mentre Velardi si stava esprimendo sui tagli alla sanità pubblica. “Digli che è un testa di…, per favore”. Si è trattato di una voce  maschile che ha scandito in modo chiarissimo l’insulto, a nessuno è potuto sfuggire. Gelo in studio. Evidente l’imbarazzo del conduttore, Francesco Magnani. Mistero sul colpevole, che si può provare ad individuare dalla voce. Sui social è scoppiata la gara degli indovinelli: chi può aver parlato? Claudio Velardi è un giornalista, saggista e blogger italiano. Ha fondato ed è stato editore del quotidiano Il Riformista. Esponente prima del Partito Comunista Italiano, è stato poi nel Partito Democratico della Sinistra, e quindi dei Democratici di Sinistra. Alcuni utenti social hanno ironizzato sul suo fare da professorino che potrebbe avere indotto a un lapidario e poco ortodosso giudizio. Il conduttore ha proseguito come se nulla fosse accaduto. Lo stesso Velardi al momento era in collegamento e impegnato in una lunga dissertazione, non si è accorto del misfatto. Chi sia stato non si sa… escludendo la sottosegretario alla Salute, non sembra difficile la caccia…

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica