Roma, campo nomadi del Foro Italico, le violenze di un gruppo di rom: «Il loro capo è “lo Zingaro”»

martedì 21 luglio 9:44 - di Gianluca Corrente
campo nomadi del foro italico

Prima la violenza, poi le indagini. Un uomo ha denunciato ai poliziotti di essere stato aggredito da una persona che si faceva chiamare “lo Zingaro”. Allora gli agenti hanno effettuato un controllo nei confronti di un 40enne sottoposto agli arresti domiciliari nel campo nomadi del Foro Italico.

La polizia nel campo nomadi del Foro Italico

All’interno del campo, la Polizia ha notato un furgone di colore rosso, segnalato – come riporta RomaToday, in due diverse richieste di intervento da parte di un romeno che vive nalla zona di via Foce dell’Aniene.

La vittima: «Mi hanno aggredito e minacciato»

La vittima, all’epoca dei fatti, aveva raccontato agli agenti che un gruppo di persone –che vivevano nel campo nomadi del Foro Italico – l’avevano preso di mira. Secondo il suo racconto, gli avevano danneggiato a colpi di mazza i vetri dell’auto aggredendolo e minacciandolo  con una pistola di grosse dimensioni.

Gli agenti hanno identificato “lo Zingaro”

Gli aggressori obbedivano a uomo conosciuto con il nome di “Zingaro” e volevano impossessarsi di una collezione di monete e francobolli. Durante il controllo, grazie alle descrizioni fornite dalla vittima, gli agenti hanno rintracciato e identificato il 40enne.

Le scoperte nel campo nomadi del Foro Italico

In un magazzino adiacente la sua baracca gli uomini in divisa hanno trovato un pistola Bruni modello 92 calibro 8 mm completa di caricatore, successivamente sequestrata.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica